Interviste

pubblicato il 8 febbraio 2012

29°Airoh Mantova Starcross: il ritorno di Davide Guarneri

Correrà con il Silver Action KTM Team

29°Airoh Mantova Starcross: il ritorno di Davide Guarneri

Sabato 18 e domenica 19 febbraio torna l’Airoh Mantova Starcross, giunto alla 29esima edizione. Quest’anno ci sarà anche Davide Guarnieri, da quasi 10 anni, un punto di riferimento per il motocross italiano. Il suo rientro in Italia lo deve al team Silver Action KTM. Davide, infatti, ha passato due anni in giro per l’Europa, prima in Belgio con la Honda e poi in Francia con la Bud Racing Kawasaki. La sua partecipazione all’evento, insieme a Tony Cairoli e David Philippaerts, è una garanzia per lo spettacolo.

"Tornare al Mantova Starcross mi fa un grande piacere, l'anno scorso non c'ero perché correndo con una squadra transalpina, dovetti rinunciare per partecipare ad una competizione in Francia".

Quest'anno torna in Italia e soprattutto torna alla KTM dopo tanti anni. Che moto utilizzerà a Mantova?
"E' una cosa molto positiva lavorare in Italia. Dal 2004 a oggi la KTM è cambiata radicalmente, mantiene le sue differenze dalla giapponesi, ma è diventata facile e intuitiva, una moto che si guida molto bene. A Mantova debutteremo con la 350cc 2011 ufficiale che la KTM ci ha affidato per la gara. E' la moto con la quale Cairoli ha vinto il mondiale, un mezzo eccezionale".

Anche lei dunque ha scelto la cilindrata piccola che è stata il segreto dei successi 2010 e 2011 di Cairoli, perché?
"La 350cc come moto va un po' di meno forte, ma ha altre doti che se sfruttate possono dare notevoli vantaggi. Per prima la maneggevolezza, e poi stanca molto di meno, per questo alla fine sulla distanza di 3 manches può rivelarsi vincente. Mi rendo conto che siamo una squadra satellite, che dovrà lottare con almeno 15 moto ufficiali, per questo punto a stare attaccato ai migliori e a fare un discorso di continuità dei risultati e la 350 mi da garanzie in questo senso!".

Il resto del pacchetto tecnico che avrete cosa comprende?
"A Mantova proveremo nuovo materiale, sembra che avremo anche noi forcelle e mono ufficiali con assistenza WP Factory che sarà presente a Mantova con la propria struttura. Gli scarichi sono Mivv, un'azienda italiana che sta lavorando molto bene".

Come si preparerà da qui alla gara del 19 febbraio?
"Quest'anno siamo partiti prima con la preparazione invernale e con maggiore calma già da metà novembre. Adesso sto completando il lavoro e mi sento ancora sottocarico. Il mio programma prevede allenamenti in moto solo tre o quattro volte la settimana, il resto è corsa, bici, palestra, un programma molto intenso che mi permetterà di scaricare la potenza muscolare accumulata nel corso di tutto l'anno. Dal 10 febbraio cominceremo i test specifici sulla sabbia per il Mantova Starcross. Sarebbe bello riuscire anche a fare un giorno al Nuvolari, una pista dove si può girare con qualunque condizione meteo. Per lo Starcross sicuramente la pista sarà bella e difficile e dobbiamo provare delle soluzioni apposite per il fondo gelato sotto la sabbia che potremmo trovare in gara, anche se per il 19 dovrebbe tornare il sole".

Autore: Redazione

Tag: Interviste , pista , cross , personaggi , gare , fuoristrada , piloti , personaggi famosi


Top