Test

pubblicato il 26 gennaio 2012

Pirelli Diablo Supercorsa SC2

Per frenare al massimo ci vogliono gomme in mescola racing

Pirelli Diablo Supercorsa SC2
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Pirelli Diablo Supercorsa SC2 - anteprima 1
  • Pirelli Diablo Supercorsa SC2 - anteprima 2
  • Pirelli Diablo Supercorsa SC2 - anteprima 3
  • Pirelli Diablo Supercorsa SC2 - anteprima 4

Per il nostro test, come vi abbiamo spiegato all’inizio del dossier, avevamo bisogno di concentrarci al 100% sui freni, quindi era d’obbligo far sì che tutti gli altri aspetti del test fossero privi di qualsiasi problema.
Per il "manico", come ormai sapete, abbiamo risolto invitando al nostro test un campione come Luca Scassa, mentre per i pneumatici abbiamo deciso di gommare la nostra Yamaha YZF-R6 con le Pirelli Diablo Supercorsa SC2, una gomma in mescola specifica per l’uso sportivo.

DIABLO SUPERCORSA: SVILUPPATO IN GARA
Il Pirelli Diablo Supercorsa è un pneumatico sviluppato per i campionati Mondiali della categoria Supersport e Superstock, e grazie alla sua gamma di mescole offre eccellenti prestazioni su qualsiasi pista.
Per sua caratteristica il Supercorsa SC è una copertura NHS (Not for Highway Service) solo per attività sportiva e non può essere utilizzato sulle strade pubbliche.
Il profilo è stato studiato per massimizzare la larghezza e la lunghezza dell’area di impronta al suolo, caratteristica fondamentale in pista. Questa peculiarità è ottenuta con una geometria variabile del profilo dal centro alle spalle che consente un inserimento in curva più rapido, senza limitare l’aera di contatto alla massima piega.
La carcassa a densità variabile dal centro alle spalle offre la massima linearità nelle manovre consentendo al pilota la massima libertà di scelta e mantenimento della traiettoria ottimale. La sua struttura, poi, permette di migliorare la stabilità in frenata e aumentare precisione e velocità di percorrenza della curva.
Le mescole sono state sviluppate nel Campionato Mondiale Supersport e costituiscono il punto di riferimento in termini di aderenza per consentire al pilota di anticipare l’accelerazione in uscita di curva.

Per il nostro test in pista, il Diablo Supercorsa SC si è rivelato una scelta perfetta per garantire aderenza costante per molti giri in modo da permettere a Luca Scassa di concentrarsi sul feeling in frenata senza pensare a possibili problemi di aderenza.
Il Supercorsa in mescola è un’ottima scelta per chi va esclusivamente in pista o fa attività di gara, mentre se utilizzate la moto su strada la Pirelli propone la nuova versione del Supercorsa in mescola SP, omologata per l’uso quotidiano, introdotta a inizio 2012.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Luca Scassa in pista a Franciacorta con Yamaha YZF-R6 - anteprima 1
  • Luca Scassa in pista a Franciacorta con Yamaha YZF-R6 - anteprima 2
  • Luca Scassa in pista a Franciacorta con Yamaha YZF-R6 - anteprima 3
  • Luca Scassa in pista a Franciacorta con Yamaha YZF-R6 - anteprima 4
  • Luca Scassa in pista a Franciacorta con Yamaha YZF-R6 - anteprima 5
  • Luca Scassa in pista a Franciacorta con Yamaha YZF-R6 - anteprima 6

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Test , monocilindriche , bicilindriche , 1000 , naked , 600 , supersport , pista , superbike , gomme , tecnica , gare , autodromi , piloti , superstock , prove


Top