Special e Elaborazioni

pubblicato il 24 gennaio 2012

Vendetta R by Dragon TT

Quando si desidera apparire... ancora di più

Vendetta R by Dragon TT
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Vendetta R by Dragon TT - anteprima 1
  • Vendetta R by Dragon TT - anteprima 2
  • Vendetta R by Dragon TT - anteprima 3
  • Vendetta R by Dragon TT - anteprima 4
  • Vendetta R by Dragon TT - anteprima 5
  • Vendetta R by Dragon TT - anteprima 6

Dragon TT è un’azienda spagnola sita a Toledo che fa del design moderno ed estremo, la sua bandiera. Con ben dieci anni di esperienza nel settore, è in grado di creare dei prototipi, realizzarli in serie limitata, e parti speciali da applicare alle moto, sostituendo quelle originali. In qualche modo, trasformano i vostri sogni in realtà…

Parliamo dunque principalmente di carene, riviste e riadattate, e che solitamente riguardano moto naked e supersportive, ma non mancano veri e propri prototipi. Per loro l’importante è modificare, stravolgere, rendere unica una moto.

Nel novembre 2011 presentarono la Vendetta, e dopo appena pochi mesi ne arriva l’evoluzione, la Vendetta R, che si differenzia dalla precedente per lo scarico diverso e la parte posteriore del codone. La base, o meglio, le moto a cui sono dedicate queste sovrastrutture, sono le Superbike di Ducati, e dunque la 848 ed Evo, la 1098 e la 1198.

La cosa bella è che carene e pezzi, tutto quello che potete ammirare nelle foto, non necessitano di modifiche. Non bisogna fare altro che smontare le parti originali, e sostituirle con quelle della Dragon TT Design (vanno cambiati solo dei supporti frontali). Queste "special parts" per le Rosse di Borgo Panigale permettono di aumentare la capacità del serbatoio, quella del motore (visto che il motore riceve più aria), incrementano il refrigeramento del motore ed inoltre diminuiscono il peso della moto. Il kit è disponibile sia in fibra di carbonio che in fibra di vetro.

Come noterete negli scatti che vi mostriamo, la moto è completamente diversa, monoposto e con gli indicatori di direzione integrati. Si è mantenuto il rosso, ma solo per telaio, la parte superiore delle carene, ed un "baffo" sul serbatoio, il resto è tutto nero opaco, con un po’ di sobrio bianco sul codone e sul lato frontale sinistro del cupolino. I fanali originali non ci sono più, ma sono sostituiti da quattro fari fanali poliellissoidali.

Lo scarico non è più sottocoda, ma è corto e "grasso", sul lato sinistro della moto. Il marchio per questo è "Double Dog". Non mancano poi tutta una serie di accessori, come le pedane pluriregolabili, il coperchio del carter frizione, copri carter pignone e molto altro ancora.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Special e Elaborazioni , 1000 , 600 , tuning , special , accessori , pista


Top