Sport

pubblicato il 19 gennaio 2012

WSBK 2012: Rea e Aoyama chiudo la terza giornata di test a Phillip Island

Una simulazione di gara per Rea, si fanno progressi

WSBK 2012: Rea e Aoyama chiudo la terza giornata di test a Phillip Island
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2012: Rea e Aoyama, test a Phillip Island - anteprima 1
  • WSBK 2012: Rea e Aoyama, test a Phillip Island - anteprima 2
  • WSBK 2012: Rea e Aoyama, test a Phillip Island - anteprima 3
  • WSBK 2012: Rea e Aoyama, test a Phillip Island - anteprima 4
  • WSBK 2012: Rea e Aoyama, test a Phillip Island - anteprima 5
  • WSBK 2012: Rea e Aoyama, test a Phillip Island - anteprima 6

Abbiamo seguito le due precedenti giornate di test del Team Honda Ten Kate (Giorno 1Giorno 2) che ha svolto presso il circuito di Phillip Island con i due piloti Jonathan Rea ed il neoacquisto Hiroshi Aoyama, entrambi su Honda CBR 1000RR Fireblade . Nella giornata di oggi Rea ha simulato anche una gara, dopo avere analizzato diverse soluzioni per un nuovo telaio, sospensioni ed elettronica (ride-by-wire) nei giorni passati.

Jonathan Rea ha dunque riconfermato la competitività della superbike Honda, ed ha così dichiarato: "Sono stati tre giorni positivi, ho completato diversi giri e provato moltissime parti nuove. Ho girato per parecchio tempo e abbiamo anche effettuato delle simulazioni di cara che, per essere onesti, sono risultate molto buone, abbiamo persino usato il semaforo per la partenza e l’arrivo! Simulare una gara ci fa capire a che punto siamo arrivati, anche ovviamente girando da solo, non hai con chi confrontarti. Passo dopo passo stiamo migliorando e anche se quando provi tante parte nuovi rischi di girare a vuoto, penso che abbiamo una moto con un buon setting per iniziare la stagione 2012".

Qualche problemino in più per l’ex MotoGP Hiroshi Aoyama invece, che si trova su una moto completamente nuova e con gomme diverse. Se in MotoGP si utilizzano le Bridgestone, in Superbike tutti lo sanno, si adoperano le Pirelli: "Mi sono veramente divertito per questo primo test 2012 sulla nuova moto. Avevo già avuto dei feedback positivi in Qatar a dicembre, ma il feeling qui a Phillip Island è differente. Abbiamo dovuto lavorare moltissimo nei primi due giorni e ho imparato moltissimo, ed ogni giorno le cose sono migliorate. Abbiamo fatto una simulazione di gara oggi ed è stata una esperienza molto interessante quella che riguarda il deterioramento dei pneumatici. Dobbiamo proseguire e fare altri passi, se facciamo questo, vedremo una gara entusiasmante il prossimo mese! Di sicuro, ho bisogno di guidare molto per conoscere la moto e le gomme perché tutto è nuovo per me. Sono sicuro che avrò bisogno di un paio di gare per prendere famigliarità con tutto".

Questa invece la dichiarazione del Team Manager Ronald ten Kate:"Qui ci sono temperature piuttosto alte, qualcosa che abbiamo già affrontato durante l’evento dell’anno scorso, quindi questo è stato un test utile. Il nuovo telaio e le nuove sospensioni che abbiamo portato qui lavorano molto bene e siamo stati in grado di riconfermare alcune parti che avevamo già provato prima. Il pacchetto generale della Fireblade 2012 è decisamente uno step avanti, e le nuove carene hanno incrementato la stabilità. E’ stato provato tutto con diverse condizioni, perché c’era un vento piuttosto forte, diretto, nel primo giorno! Con entrambi i piloti, la moto è stata in grado di offrirgli un giro veloce, ma la simulazione di gara fatta oggi è stata molto incoraggiante. Possiamo fare i bagagli questa notte con un buon feeling e abbiamo ancora un altro mese per tirar fuori altre idee e lavorarci. Ma, onestamente, non potevamo chiedere niente di meglio da questi test".

Appuntamento sullo stesso circuito il prossimo 26 febbraio!

Honda World Superbike - Phillip Island test

Honda World Superbike - Phillip Island test

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , 1000 , quadricilindriche , pista , superbike , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi


Top