Sport

pubblicato il 11 gennaio 2012

Dakar 2012: decima tappa a Barreda Bort

Secondo Coma, terzo Despres

Dakar 2012: decima tappa a Barreda Bort
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 1
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 2
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 3
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 4
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 5
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 6

Solo pochi istanti fa si è chiusa la decima tappa della Dakar 2012. I piloti sono partiti stamane dal bivacco di Iquique in direzione Arica alle ore 6:00 (ora locale). Il primo delle 114 moto a muovere le ruote tassellate è stato Cyril Despres, seguito da Marc Coma e Juan Barreda Bort.

Una tappa dove non si sono passati i 1.000 metri sul livello del mare quella di oggi, con la speciale di 377 Km iniziata alle 7:20 ora locale. Dopo soli tre chilometri David Casteu ha iniziato nuovamente ad avere problemi tecnici alla sua moto (li ha avuti anche ieri) ed ha perso diversi minuti (15 circa) prima di ripartire. Il primo a raggiungere il WP1 è stato Paulo Goncalves, seguito da Marc Coma a 6 secondi di ritardo e da Juan Barreda Bort a 41 secondi.

Al WP2 è passato al comando Marc Coma, con subito dietro le due Husqvarna, quella di Paulo Goncalves a 34" di ritardo e quella di Juan Barreda Bort a 1'10". Quarto Cyril Despres, leggermente in difficoltà. Al 161° Km il GPS ha registrato un cambio di strada per i due piloti della KTM, Despres e Coma, (fatto che comunque non gli causerà ritardi enormi). Al WP3 infatti, i due piloti Husqvarna sono passati al comando, staccati l’un dall’altro di appena 17 secondi. Dietro di loro Marc Coma in ritardo di 52".

La situazione è stata poi riconfermata al passaggio del WP4, sempre con i due husqvarnisti al comando (staccati però di 22" questa volta), e con Coma che ha aggiunto diversi secondi al suo ritardo (1’13"). Attaccato allo spagnolo, il portoghese Hélder Rodrigues, che lo seguiva con un ritardo di 20 secondi. Un rifornimento veloce al 189° chilometro ed i piloti sono ripartiti per affrontare il tratto finale roccioso ed iniziare ad infilarsi tra le dune.

E’ qui che hanno trovato il WP5, dove Juan Barreda Bort è passato al comando della speciale, mettendosi dietro Marc Coma (secondo) a 2 minuti esatti di ritardo e Hélder Rodrigues (2’27" il suo ritardo). Al 238° Km diversi piloti hanno commesso un errore di navigazione, girando verso Nord invece di proseguire in direzione Nord-est. Tra questi Ruben Faria, Juan Pedrero Garcia, Felipe Zanol e Gerard Farres Guell, con Zanol che ha proseguito in quella direzione per diverso tempo. Ripresa la strada, al 239° Pedrero Garcia ha avuto problemi al motore, e proprio Felipe Zanol si è fermato ad aiutarlo.

Al WP6, Juan Barreda Bort è passato nuovamente primo, con alle sue spalle Marc Coma in recupero (1’35" il suo distacco), a loro volta seguiti da Hélder Rodrigues a 3’29". 18 secondi dopo il portoghese della Yamaha è transitato Cyril Despres. Da qui in poi i piloti hanno lasciato dietro le dune e la sabbia, per tornare nuovamente su un terreno più duro, dove sono transitati al WP7. Qui Barreda bort ha continuato a battere la strada, seguito sempre da Marc Coma con un ritardo di 1’19".

Ed ecco la novità: quest’oggi niente di fatto per i due piloti della KTM, che vengono piegati dall’Husqvarna del giovane Juan Barreda Bort che conquista la sua prima tappa con un tempo di 4:18:43! Marc Coma chiude secondo a 1’32", seguito da Cyril Despres a 3’39". Quarto Hélder Rodrigues che accumula un ritardo di 5’16" e quinto Jordi Viladoms. Proprio lo spagnolo ora ha avvicinato terribilmente il francese nella classifica generale: Marc è infatti a soli 21 secondi da Cyril. Rodrigues si conferma terzo a 45’56"; idem per Jordi Viladoms, quarto.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , enduro , personaggi , gare , fuoristrada , piloti , personaggi famosi , rally , dakar 2012


Top