Attualità e Mercato

pubblicato il 5 gennaio 2012

Benzina: si va oltre l'1,8 euro al litro

Questa la media nel Centro Italia. Altrove siamo sull'1,73

Benzina: si va oltre l'1,8 euro al litro

Fare il pieno, o rifornirsi oggi che è iniziato lo sciopero degli automobilisti presso i distributori che durerà fino a domani significa spendere nel Centro Italia anche 1,802 euro al litro di benzina. Lo rileva Quotidiano Energia che annuncia una media nazionale sopra l'1,74 euro al litro. In base a quanto riportato dalle agenzie, questa mattina Eni ha ritoccato i listini aggiungendo uno 0,4 centesimi di euro a litro a quello della benzina (1,739 euro a litro) e uno 0,6 centesimi di euro a litro a quello del diesel (1,700 euro al litro). Anche Esso ha aumentato i prezzi: +0,5 centesimi di euro al litro di benzina (ora a 1,741 euro al litro) e +0,7 centesimi di euro al litro di diesel (ora a 1,700 euro al litro).

Stesse manovre anche da TotalErg, Q8 e Shell. Il primo ha ritoccato i listini aggiungendo 0,7 centesimi di euro su entrambi i carburanti (ora rispettivamente a 1,740 euro al litro e a 1,701 euro al litro); Q8 ha portato il prezzo della benzina a 1,742 euro al litro aggiungendo 1,1 centesimi e quello del gasolio a 1,703 euro al litro (+0,8 centesimi). I distributori Shell hanno listini più cari rispetto a ieri di 1 centesimo al litro, quindi la benzina ne costa 1,741 e il diesel 1,705. La media nazionale di oggi si aggira quindi tra, per la benzina in modalità servito, l'1,738 euro al litro di IP e l'1,742 di Q8; per il diesel tra l'1,697 euro al litro di IP e l'1,705 di Shell ed il GPL, infine, va dallo 0,744 euro al litro di Eni allo 0,756 di Tamoil.

Autore: Eleonora Lilli

Tag: Attualità e Mercato , strada , varie , carburanti , editoriale , lavoro


Top