Sport

pubblicato il 4 gennaio 2012

Dakar 2012: tappa 4 a Coma

Secondo Despres, terzo Verhoeven

Dakar 2012: tappa 4 a Coma
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 1
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 2
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 3
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 4
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 5
  • Dakar 2012: Pre-stage e partenza - anteprima 6

Solo pochi minuti fa si è concluso il quarto stage della Dakar 2012. La partenza è avvenuta stamane da San Juan, con la partenza per i piloti alle 9.45 ora locale, per giungere Chilecito dopo 426 km totali, di cui 326 di speciale. Delle 152 moto, il primo a partire è stato il pilota che ha vinto la tappa di ieri, Cyril Despres. Il francese ha aperto le danze, seguito da Frans Verhoeven e Paulo Goncalves.

Il primo ad arrivare al WP1 per una speciale partita da 1.000 metri sul livello del mare circa, è stato Marc Coma che ha imposto subito un ritmo particolarmente alto, seguito dall’Husqvarna di Paulo Goncalves con un ritardo di 13", e da Cyril Despres appena due secondi dopo il portoghese. Peccato che proprio Goncalves, al 99° Km abbia sbagliato una svolta: ha infatti girato verso Ovest, invece di andare in direzione Nord-est, errore che come vedremo, pagherà caro al secondo waypoint.

Il WP2, invece, era situato a quasi 3.500 metri sul livello del mare, una salita formata da rocce e dove Marc Coma è arrivato nuovamente per primo, seguito questa volta da Francisco "Chaleco" Lopez con un ritardo di 2’16" e dal francese Olivier Pain su Yamaha (2’34" il suo ritardo). Subito dietro, Hèlder Rodrigues e Pal Ullevalseter. Paulo Goncalves, a causa dell’errore di navigazione ha accumulato ben 8’45" di ritardo sul primo.

Il WP3 era invece verso due terzi della discesa (2.300 m s.l.m.), ed il primo a far scattare le fotocellule è stato nuovamente lo spagnolo della KTM. Secondo, Cyril Despres che ha recuperato qualcosa; 1’15" il suo ritardo accumulato, ed ha passato poi il connazionale Olivier Pain, quarto. Terza, invece, la Yamaha di Rodrigues a 2’34" di ritardo.

Un rapido rifornimento, ed i piloti sono prima scesi verso i 1.900 metri sul livello del mare su piste guidate e poi risaliti a quasi 2.400 m s.l.d.m. su fondo roccioso, dove era previsto il WP4. Coma si è riconfermato leader, seguito ancora da Despres che ha perso qualcosa. 2’48" il ritardo del francese. Terzo nuovamente Hèlder Rodrigues, anch’egli con un maggior ritardo (4’33" dallo spagnolo).

I motociclisti sono poi scesi nuovamente di quota, ed al WP5, dove la situazione non è cambiata. Marc Coma il più veloce, seguito da Despres con un ritardo di 3’49" e da Rodrigues a 6’20". Da segnalare il recupero di Paulo Goncalves, quinto con 7’43" di ritardo.

La parte di percorso fino al WP6 si è caratterizzata poi per una lunga discesa. I rider sono infatti passati dai 2.000 metri sul livello del mare del precedente waypoint, ai 1.400 m s.l.d.lm. del sesto. Il primo a transitare è stato nuovamente lo spagnolo della KTM, seguito da Cyril Despres a 2’47" di ritardo e da Frans Verhoeven in recupero, a 8’11".

All’arrivo, e dunque il vincitore di questo quarto stage, è Marc Coma che chiude la tappa in 4 ore 16’43", seguito da Cyril Despres che accumula un ritardo di appena 2’2". In terza posizione, sul gradino più basso del podio, troviamo Frans Verhoeven, a 8’26" di ritardo, seguito dai due portoghesi: Hèlder Rodrigues e Paulo Goncalves. Sesto lo spagnolo Juan Pedrero Garcia.
Lo Stage 5 partirà domani mattina da Chilecito e raggiungerà Fiambala.

Domani approfondiremo con interviste, foto e video di questo Stage 4.
Stay tuned!

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , enduro , personaggi , gare , fuoristrada , piloti , personaggi famosi , rally , dakar 2012


Top