Novità

pubblicato il 20 dicembre 2011

Horex VR6 Roadster 2012: dichiarati 161 CV a 9.000 giri

La supernaked tedesca è quasi pronta

Horex VR6 Roadster 2012: dichiarati 161 CV a 9.000 giri
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Horex VR6 2012 - I test del prototipo - anteprima 1
  • Horex VR6 2012 - I test del prototipo - anteprima 2

Dalla Germania arriva un nuovo aggiornamento sulle fasi di preproduzione della Horex VR6 Roadster, lanciata all’Intermot di Colonia del 2010. Dopo l’annuncio dei mesi scorsi che spostava la produzione in serie alla primavera del 2012, arriva oggi l’annuncio ufficiale sui dati prestazionali della motocicletta.

Le prove al banco per l’omologazione della moto hanno dato risultati decisamente interessanti, commentati dall’amministratore delegato della Horex, il dr. Clemens Neese: "Abbiamo condotto questi test per definire gli ultimi dettagli sul controllo motore per raggiungere l’omologazione. I risultati che abbiamo ottenuto con il nostro motore aspirato sono davvero eccellenti. Il nostro obiettivo era di avere un motore con una curva di erogazione con valori di coppia molto elevati fin dai bassi regimi e l’abbiamo raggiunto. Il nostro sei cilindri offre 90 Nm già a 2.000 giri/min, che diventano 100 Nm a 3.500 giri/min. La curva di coppia raggiunge poi il suo massimo di ben 135 Nm a 7.000 giri/min. La curva di potenza che ne deriva è anch’essa eccezionale e trova il suo picco di 161 CV a 9.000 giri/min. Abbiamo intenzionalmente tenuto basso il regime massimo in modo da poter tirare fuori il meglio dall’erogazione del nostro sei cilindri a V stretta".

Dalla Horex ci fanno sapere anche di un’altra novità tecnica, che è una primizia assoluta su una moto di produzione. La catena di trasmissione finale sfrutta un sistema di lubrificazione solida a base di grafite prodotto dalla tedesca Schunk. Il sistema mantiene costantemente lubrificata la catena depositando su di essa un sottile film di grafite. Questo materiale aderisce sulla catena proteggendola ma ha il vantaggio di non venir centrifugato e quindi la ruota posteriore rimane sempre pulita. Un ulteriore vantaggio, a detta della Horex, è che con questo sistema viene ridotta l’usura della trasmissione, abbattendo i costi di manutenzione.

Insomma, i presupposti tecnici per il successo della Horex VR6 Roadster sembrano esserci tutti, e siamo molto curiosi di provare al più presto la moto. Rimanete con OmniMoto.it, vi terremo aggiornati!

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Horex VR6 Roadster - anteprima 1
  • Horex VR6 Roadster - anteprima 2
  • Horex VR6 Roadster - anteprima 3
  • Horex VR6 Roadster - anteprima 4
  • Horex VR6 Roadster - anteprima 5
  • Horex VR6 Roadster - anteprima 6

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Novità , 1000 , naked , curiosità , mercato , tecnica , tecnologia , anticipazione , intermot2010


Top