Curiosità

pubblicato il 14 dicembre 2011

Ducati Diavel Drag Racing in Australia

La power cruiser italiana stacca un ottimo 10.045s sul quarto di miglio

Ducati Diavel Drag Racing in Australia

La Ducati Diavel non smette di stupire il mondo per il successo che sta riscuotendo non solo sul mercato ma anche negli ambienti più disparati, e inattesi, del mondo motociclistico.
La nerboruta power cruiser italiana è stata scelta da oltre 7.000 clienti in tutto il mondo e ha mostrato una poliedricità davvero inaspettata: noi stessi di OmniMoto.it l’abbiamo portata in vacanza sulle Alpi, mentre i nostri colleghi di OmniAuto.it l’hanno messa a confronto con la Mercedes CLS63 AMG.
L’ultima impresa della Diavel, oltre ad essere diventata un po’ la preferita di vip attori e presentatori, arriva dall’Australia e più precisamente da una gara di drag racing tenutasi a Perth il 3 dicembre scorso.

10.045 SUL QUARTO DI MIGLIO
L’idea di partecipare ad una gara di accelerazione con la Diavel è venuta alla Ducati Bunbury Racing, squadra già nota in Australia per le sue precedenti realizzazioni, tra cui una 1098R Drag e una 749 Turbo in grado di coprire il quarto di miglio in 8 secondi.
Pensandoci un attimo, la Ducati Diavel ha un interasse abbastanza lungo per essere stabile in accelerazione, ha un motore sufficientemente potente per partire forte, è leggera e ha un bel gommone posteriore pronto a dare tanto grip.
E’ così che Bunbury Racing ha schierato una Diavel quasi originale in gara guidata dal pilota Todd Patterson. Le uniche modifiche sono state l’adozione di una centralina , un filtro aperto K&N e uno scarico libero, oltre al necessario cambio elettronico.
Todd Patterson si è difeso decisamente bene, in mezzo a un nugolo di moto ultrapompate ha staccato un ottimo tempo di 10.035 secondi sul quarto di miglio con velocità di uscita di 217,3 km/h. Il pilota ha lamentato di aver perso la quarta sfida a causa di un’impennata troppo violenta che lo ha costretto a chiudere il gas.
Insomma, se il buongiorno si vede dal mattino, se decidessero di elaborare questa Diavel per gareggiare stabilmente, pensiamo che potrebbe diventare una scomodissima avversaria per chiunque!

Ducati Bunbury Racing Ducati Diavel

Ducati Bunbury Racing Ducati Diavel

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Curiosità , bicilindriche , 1000 , cruiser , curiosità , gare


Top