Attualità e Mercato

pubblicato il 14 dicembre 2011

Terza corsia A4 Venezia-Trieste: ok di Monti

Dopo la firma del ministro Passera, ecco il sì del Premier

Terza corsia A4 Venezia-Trieste: ok di Monti

"Abbiamo vinto lo scudetto d’inverno, resta da conquistare il campionato": questo il commento, non trionfalistico, di Emilio Terpin, Presidente di Autovie al sì del Premier Monti alla terza corsia dell’A4 Venezia-Trieste. Un ok che arriva dopo l’approvazione del Ministro dei Trasporti Passera. Più entusiastiche le dichiarazioni di Renzo Tondo, Presidente della Regione, e Riccardo Riccardi, Commissario Straordinario per l’A4 per la grande "importanza dell’infrastruttura non solo per il Nord Est ma per l’Italia intera".

Comunque, la terza corsia dell’autostrada A4 nel tratto Venezia-Trieste sta avendo un parto travagliato. Il sì di Monti darà il via alla definizione del piano che consentirà il recupero delle risorse necessarie, 2,3 miliardi di euro: coinvolte la Cassa Depositi e Prestiti, la Banca Europea per gli Investimenti, e la cordata di banche che hanno dato la propria disponibilità a contribuire al finanziamento.

Il prossimo passo verso la nascita della sospirata corsia è la "validazione", da parte della Corte dei Conti. Dopodiché, la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del testo. In parallelo Autovie Venete cercherà di concludere l’accordo con le banche per la metà dell’onere necessario alla realizzazioni dell’opera. Obiettivo, farcela per la primavera del 2012.

Così verrebbe rafforzato il Quinto corridoio europeo, col miglioramento della sicurezza per gli utenti del tratto autostradale in questione. In più proprio come sta avvenendo in Veneto per i cantieri della Superstrada Pedemontana Veneta, si creerà lavoro in un’epoca di crisi nerissima a livello occupazionale e di sviluppo.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , strada , lavoro


Top