Attualità e Mercato

pubblicato il 25 novembre 2011

Frana sulla moto? Paga il gestore della strada

Anas condannata al risarcimento

Frana sulla moto? Paga il gestore della strada

Motocicletta ancora protagonista d’una sentenza di Cassazione: parliamo della numero 23563 del 29 settembre 2011, ma depositata l’11 novembre. Se una frana colpisce una moto, il guidatore va risarcito per qualsiasi tipo di danno: al veicolo e alla persona (in questo secondo caso, discorso analogo per il passeggero). E se il proprietario del fondo non ha messo reti di recinzione, o comunque non ha bonificato in nessun modo il terreno, il gestore della strada è ugualmente tenuto al risarcimento.

Una brutta sconfitta per l’Anas, che sull’Aurelia (all’altezza di Bordighera), una dozzina d’anni fa non aveva messo reti di recinzione a sufficienza. Così un motociclista era stato colpito. Subito indennizzato? Manco per idea. Si è dovuti andare per avvocati, in Primo e Secondo grado, e poi in Cassazione. Il proprietario del fondo (ritenuto responsabile del guaio in modo quasi paritario col gestore) s’è arreso in Tribunale, risarcendo il motociclista. L’Anas no: solo la Cassazione ha scritto la parola fine alla vicenda.

Il gestore poteva fare molto di più, e l’appellarsi al caso fortuito non ha portato a risultati. Sentite la corte: "L'inerzia del proprietario nella realizzazione degli interventi idonei a bonificare il terreno adiacente alla strada, non elimina di certo quella del proprietario o del concessionario dell'area su cui i massi rocciosi erano, ineluttabilmente, destinati a cadere mettendo a repentaglio quella sicurezza della circolazione che costituisce uno dei compiti primari dell'Anas".

OmniMoto.it resta però perplessa di fronte a così tante resistenze degli enti proprietari e gestori della strada: se l’asfalto è rovinato, si deve andare in Cassazione per vedersi riconoscere i propri diritti (un rimborso rapido ed equo). Come in quest’altro caso: vedi qui.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , strada , sicurezza , codice della strada , editoriale


Top