Eventi

pubblicato il 14 novembre 2011

RideForLife 2011: vincono Dovizioso e Monni

Oltre 4.000 spettatori per questa 2ª edizione

RideForLife 2011: vincono Dovizioso e Monni
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • RideForLife 2011 - anteprima 1
  • RideForLife 2011 - anteprima 2
  • RideForLife 2011 - anteprima 3
  • RideForLife 2011 - anteprima 4
  • RideForLife 2011 - anteprima 5
  • RideForLife 2011 - anteprima 6

Sono stati oltre 4.000 gli spettatori che hanno fatto da cornice alla seconda edizione di RideForLife tenutasi a Faenza (Ravenna), manifestazione organizzata dalla onlus Riders4Riders in favore dei piloti gravemente infortunati, che ha registrato le vittorie di Andrea Dovizioso e Manuel Monni.

Il forlivese della MotoGP si è imposto nella categoria riservata ai velocisti in sella alla Honda CRF 250 dopo un avvincente scambio di posizioni con Alessandro Polita (Honda). Nel corso del secondo giro Dovi aveva infatti strappato il comando a Roberto Bellei mantenendosi in testa al gruppo per cinque tornate, quando Polita ha concluso la sua rimonta dalla quinta piazza scavalcando il battistrada. Tra i due è nata una lotta avvincente che ha avuto praticamente il suo epilogo a due giri dalla fine quando Dovizioso è ritornato al comando controllando alla perfezione i successivi attacchi di Polita; la terza piazza è andata alla campionessa di motocross Chiara Fontanesi (Yamaha), che ha preceduto il pilota della supermoto Teo Monticelli (Honda) e Lorenzo Savadori (Honda).

"E’ stata davvero una bella giornata – ha commentato Dovizioso a fine gara – ci siamo divertiti ed è sempre una buona cosa aderire a queste iniziative. Se Salvini non mi avesse centrato nella finale Pit-Bike oggi avrei potuto vincere tutte e tre le categorie a cui ho partecipato, ma mi sono divertito lo stesso anche se la gara di motocross è stata davvero dura, io e Polita facevamo a chi aveva meno forze nelle braccia e non è stato facile spuntarla. Combattere e vincere in questa disciplina mi da molta soddisfazione perché te la guadagni proprio visto la fatica mostruosa che si fa".

Anche Polita si è detto molto divertito della lotta ai ferri corti con "Dovi". "Era tanto che non facevo una gara di motocross e mi è piaciuto molto, peccato aver mancato di poco la vittoria ma è andata bene ugualmente, abbiamo corso per una giusta causa, mi sono divertito e spero che sia stato così anche per il pubblico".

Monni ha invece bissato il successo dello scorso anno con la Honda del Team Salucci, uscendo vincitore dall’iniziale duello con Cristian Beggi (Honda) che di fronte alla superiorità del perugino si è dovuto poi accontentare del posto d’onore a 14 secondi dal vincitore transitando sotto la bandiera a scacchi davanti al vicentino Federico Bracesco (Suzuki), Matteo Aperio (Honda) e Alessando Battig (Yamaha).

"E’ stata una bella manifestazione – ha spiegato Monni - l’importante oggi era divertirsi e far divertire, la vittoria è stata solo la ciliegina sulla torta. La pista oggi era bellissima per via del fondo perfetto, c’erano anche poche buche e dopo la partenza in seconda posizione ho passato Beggi e non ho più mollato anche se dopo 15 minuti la stanchezza si è fatta sentire perché non giravo più in moto da dopo il Motocross delle Nazioni Europeo".

Dovizioso ha svettato anche nella sfida cronometrata al volante delle Go-Pro motorizzate TM 530, dove è stato più veloce dell’endurista Alex Salvini e del recente protagonista della Moto2 di Valencia Michele Pirro, mentre quella disputata in sella alle Pit-Bike è andata al pilota delle Fiamme Oro Maurizio Micheluz, il quale nella contesissima finale si è lasciato alle spalle il pilota freestyle Massimo Bianconcini e Marco Melandri. Molto apprezzate anche le evoluzioni dei freestyler e quelle del Quad Grapez Team in sella ai Quad, mentre l’attesa lotteria che ha messo in palio anche una camicia Ducati autografata da Valentino Rossi ha estratto le due moto Yamaha che verranno consegnate sabato 19 novembre in occasione del Superbowl di Genova. Le gare del Trofeo R4R hanno invece registrato le affermazioni di Stefano Miani (Yamaha) nella classe motocross, Alessandro Lentini (KTM) in quella minicross e Nicola Montalbini (Honda) in quella riservata ai Quad.

Autore: Redazione

Tag: Eventi , enduro , motogp , supermoto , pista , superbike , varie , cross , personaggi , gare , fuoristrada , piloti , personaggi famosi , freestyle


Top