Novità

pubblicato il 11 novembre 2011

Peugeot Scooters a EICMA 2011

Oltre 20 modelli in gamma. C'è poi il concept Metropolis Project e il nuovo Satelis

Peugeot Scooters a EICMA 2011
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Peugeot Satelis 125-300 - anteprima 1
  • Peugeot Satelis 125-300 - anteprima 2
  • Peugeot Satelis 125-300 - anteprima 3
  • Peugeot Satelis 125-300 - anteprima 4
  • Peugeot Satelis 125-300 - anteprima 5
  • Peugeot Satelis 125-300 - anteprima 6

Peugeot Scooters si presenta a EICMA 2011 con oltre 20 modelli, ma la cosa più interessante è che per il secondo anno consecutivo, nonostante il momento non certo felice per il mercato, la Casa francese risulta essere in positivo, con un aumento dello 0,7% nella quota di mercato, attestandosi al 9,4%, ovvero il 4° posto in Europa. Nel 2010 furono presentati l’e-Vivacity ed il Citystar, ora al Salone della Moto di Milano arrivano il nuovo Satelis, nella cilindrata di 125cc e 300cc, ed un concept che anticipa l’ingresso nel mercato delle tre ruote per Peugeot, il Metropolis Project.

SATELIS
Il nuovo Satelis va oltre un semplice rinnovo: sono ben 27 i componenti che cambiano, su 33 totali. Le motorizzazioni per il granturismo Peugeot poi, sono due, per uno scooter che si ispira moltissimo al settore automobilistico.

I fanali sono stati rivisti, ed ora hanno sia all’anteriore che al posteriore dei led (davanti l’illuminazione è permanente). Tutta la parte del guidatore è stata riprogettata per incrementare il comfort di guida. Il cruscotto ha tre elementi con il bordo cromato e lo schermo digitale, da3,2 pollici, è più grande del 60% rispetto al primo modello, ed è retroilluminato in blu. La carrozzeria è "mista", sfrutta elementi lucidi ed opachi, particolari su cui spicca il vano portaoggetti inserito nel manubrio in cromo satinato. Tutte le plastiche poi, sono sottoposte ad un trattamento anti-UV, in modo da non opacizzarsi con il sole. La sella ha doppie cuciture, elemento di pregio su questo scooter.

I motori sono due, un 125i ed un 300i, entrambi monocilindrici ed a 4 Tempi. L’ottavo di litro è un 4 valvole che eroga 15 CV, rivisto per negli attriti, ottimizzati per ottenere quattro vantaggi: maggiore efficienza, maggiore comfort, maggiore silenziosità e ridotto consumo di carburante.
Interessante il Cx, di soli 0,402, particolare che permette al Satelis di offrire la più bassa resistenza all’aria della categoria, particolare che gli permette di raggiungere i 115 Km/h, e di coprire i 100 metri in 9,4". Bassissimi i consumi, nonostante le dimensioni da vero GT: 3,6 litri/100 km, numero che in abbinamento ad un serbatoio da 13,2 litri consente un’autonomia di oltre 350 km. La motorizzazione da 300cc, invece, permette di raggiungere una velocità di punta di 130 Km/h.

Il telaio è un doppia culla in acciaio, e per le sospensioni sono previste una forcella da 37 mm all’anteriore, ed al posteriore due monoammortizzatori regolabili nel precarico su due posizioni. I pneumatici (Michelin Pilot SC) hanno misure di 120/70 14" davanti e 140/60 13" dietro. Nelle versioni "Urban" ed "Executive" non manca l’ABS, giunto alla sua 3° generazione. Sviluppato in collaborazione con Nissin, secondo Peugeot riduce gli spazi di frenata del 60%! Il disco anteriore, ha misura di 260 mm, ed è "morso" da una pinza a tre pistoncini.

METROPOLIS PROJECT
Questo concept è il frutto della collaborazione tra Peugeot Auto e Peugeot Scooters. E’ un tre ruote che presto verrà leggermente rivisto, omologato, e successivamente venduto, e si rifà moltissimo al mondo delle auto. Montata sotto i fari, la calandra alleggerisce la parte
anteriore conferendo grande personalità al veicolo di cui sottolinea l’innovativo profilo.

Il Metropolis Project è dotato di due potenti lampade alogene da 55W, inoltre, fari ed indicatori di direzione sono a led, tecnologia che ritroviamo anche in quelli posteriori.
La progettazione degli elementi di sospensione in alluminio pressofuso offre un duplice vantaggio: maggiore rigidità e riduzione delle masse non sospese, particolari che alleggeriscono lo sterzo e facilitando la guida.

Il concept è dotato di tre dischi freno (due all’anteriore da 200mm, ed uno al posteriore da 240mm) con frenata integrale azionata dalla leva sinistra. Non manca poi un freno a pedale che aziona la frenata integrale (questo lo fa rientrare nella normativa relativa ai tricicli a motore).

Il Metropolis Project è poi privo di serrature, sfrutta infatti il sistema "Hands free". Al centro del manubrio poi, vi è un freno di stazionamento elettronico, proprio come sulle autovetture di ultima generazione. Elettronica, è anche la regolazione del parabrezza.

Il propulsore è un 400 cc che sviluppa 35 CV e che permette al concept di spingersi fino a 150 Km/h. C’è poi il sistema di bloccaggio d’inclinazione dell’avantreno "TTWconcept", attivabile già a velocità molto ridotta, tecnologia che permette di auto-stabilizzare lo scooter, evitando al conducente di poggiare i piedi a terra.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Peugeot Metropolis Project - anteprima 1
  • Peugeot Metropolis Project - anteprima 2
  • Peugeot Metropolis Project - anteprima 3
  • Peugeot Metropolis Project - anteprima 4
  • Peugeot Metropolis Project - anteprima 5
  • Peugeot Metropolis Project - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Peugeot a EICMA 2011 - anteprima 1
  • Peugeot a EICMA 2011 - anteprima 2
  • Peugeot a EICMA 2011 - anteprima 3
  • Peugeot a EICMA 2011 - anteprima 4
  • Peugeot a EICMA 2011 - anteprima 5
  • Peugeot a EICMA 2011 - anteprima 6

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Novità , monocilindriche , scooter , saloni , concept , eicma 2011 , abs


Top