Sport

pubblicato il 4 novembre 2011

MotoGP 2011 Valencia: Capirossi corre con il 58

Loris correrà l'ultimo GP della carriera con il numero di Marco Simoncelli

MotoGP 2011 Valencia: Capirossi corre con il 58

Il numero di gara, per un pilota, è prezioso quanto un talismano e la maggior parte dei rider cerca di mantenerlo il più a lungo possibile, cambiandolo solo con l’ambìto numero uno di chi vince un titolo mondiale. Tra tutti i piloti c’è anche chi (Valentino Rossi) non ha mai cambiato il suo numero di gara, neanche dopo tanti titoli iridati conquistati. Insomma il numero di gara è così prezioso che qualcuno lo tiene tatuato sul corpo, e anche chi scrive porta al collo il ricordo del numero che aveva sulla moto quando gareggiava.

Quando, poi, si verifica un evento tragico come la scomparsa di Marco Simoncelli in quella maledetta domenica di ottobre, ecco arrivare tanti tributi alla memoria dell’amico scomparso. Uno di questi arriva da Loris Capirossi che in questi giorni sta disputando l’ultimo GP della sua lunghissima e vittoriosa carriera, e per ricordare Marco ha rinunciato a correre con il numero 65, che porta sul cupolino fin da quando era bambino. Loris è sceso in pista per il 328esimo Gran Premio con il numero 58, in ricordo di Sic, per cercare di far sì che il simbolo di Simoncelli arrivi a fine stagione, come avrebbe dovuto essere senza quel beffardo scherzo del destino.

Loris Capirossi, dopo 22 anni, tre titoli mondiali e 99 podi abbandona le corse, ma possiamo star certi che lo vedremo ancora nei paddock del Motomondiale. Ieri, durante la conferenza stampa di presentazione del GP di Valencia, Loris è così intervenuto: "La situazione è particolare per tutti noi. Siamo tutti qui con il ricordo di Marco vivo nelle nostre teste. Proveremo tutti a ricordarlo mettendo in scena una bella gara, e per fare questo scenderò in pista con il numero 58 sulla mia moto. Spero la cosa possa fargli piacere e da parte mia cercherò di ottenere il risultato che lui stesso avrebbe fatto segnare. Farò tutto ciò che è nelle mie capacità per lui, e dopo questa gara mi ritirerò come precedentemente annunciato. Sono contento perché dopo 22 anni è giusto fermarsi. Ci sono un sacco di buoni piloti là fuori ed è tempo per me di dedicarmi ad altro.
Tutte le storie hanno un inizio ed una fine, e la mia è giunta al capolinea. Dopo questo fine settimana mi dedicherò alla mia famiglia e alla mia nuova vita"
.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , motogp , pista , curiosità , gare , piloti , incidenti , simoncelli


Top