Sport

pubblicato il 28 ottobre 2011

WSBK 2012: le ultime sul regolamento

Prove ridotte, contingentati i test e la Superpole cambia in caso di pioggia

WSBK 2012: le ultime sul regolamento

La FMI e la Infront Motorsport, nella giornata di ieri hanno divulgato un comunicato congiunto per introdurre delle novità regolamentari relative al Mondiale Superbike 2012, ma anche alle classi inferiore del Circus iridato delle derivate di serie.

La durata di tutte le sessioni di prova, che si tratti delle libere o delle qualifiche, passa da 60 a 45 minuti. Dunque, i piloti avranno a disposizione 30 minuti in meno di prove al giorno. Questo probabilmente nell'ambito del progetto di riduzione dei costi, che ha portato all'introduzione della regola che impedisce ai team di schierare più di una moto per ogni pilota.

Per questo non sono più previste gare "flag-to-flag" con il cambio-moto in corsa. Il direttore di gara si riserva la facoltà di interrompere la contesa per consentire ai piloti il cambio-gomme per passare dalle slick alle rain. Le gare su asfalto bagnato non saranno sospese per ragioni climatiche.

C'è qualche novità anche per quanto riguarda la Superpole, ma solamente in caso di pioggia: con pista asciutta resterà tutto invariato, ma con il bagnato i mini segmenti saranno ridotti a due, con l'eliminazione di otto piloti al termine del primo.

Confermato l'aumento di peso per le Ducati di cui si è tanto parlato nelle ultime settimane: le bicilindriche da 1200cc dovranno avere un peso minimo 171 kg, contro i 165 per le moto a 3 a 4 cilindri da 1000cc.

Introdotta inoltre una sorta di contingentamento dei test invernali: saranno vietati dall'1 dicembre al 15 gennaio, ma solamente per team e piloti iscritti al mondiale. I test team invece potranno continuare a lavorare anche in questa parentesi.

Come detto, ci sono poi delle novità anche per quanto riguarda le classi minori. Le più importanti per la Supersport sono la riduzione del numero dei motori che un pilota potrà utilizzare nel corso della stagione: dall'anno prossimo saranno otto. Per la Superstock, invece, è prevista anche qui una riduzione del numero dei propulsori, portato a tre. Inoltre è stato deciso che il peso minimo delle moto non potrà mai essere inferiore ai 165 kg. Infine, la data di nascita dei piloti della Coppa del Mondo 1000 dovrà essere compresa tra l'1 gennaio 1986 ed il 29 marzo 1996.

Autore: Redazione

Tag: Sport , bicilindriche , 1000 , quadricilindriche , 600 , pista , gare


Top