Novità

pubblicato il 24 ottobre 2011

Honda Integra 2012

51,8 CV e trasmissione DCT. Arriverà a febbraio a meno di 10.000 euro

Honda Integra 2012
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda Integra 2012 - anteprima 1
  • Honda Integra 2012 - anteprima 2
  • Honda Integra 2012 - anteprima 3
  • Honda Integra 2012 - anteprima 4
  • Honda Integra 2012 - anteprima 5
  • Honda Integra 2012 - anteprima 6

Torniamo a parlare di "ibrido"? Sì, ma per una volta, "l’elettrico" qui non centra nulla visto che, in questo caso, parliamo dell'unione tra le caratteristiche di comfort e di protettività tipiche di uno scooter alle doti dinamiche proprie delle moto. Le premesse di Honda, anticipate a EICMA 2010 con il Concept Mid, hanno quindi preso vita con il nuovo Honda Integra che, finalmente, viene mostrato nella sua veste definitiva dopo essere stato anticipato di recente "nascosto" dal tris di borse, in una configurazione turistica vedo-non-vedo che non permetteva di apprezzarne totalmente il design, decisamente sportivo e filante che ben si colloca nel sempre più affollato segmento degli hyperscooter, i protagonisti di EICMA 2011.

DESIGN ACCATTIVANTE
Direttamente derivato dal Concept Mid, il nuovo Integra presenta un vista anteriore caratterizzata dal faro con parabola a superfici complesse (multi-reflector) e indicatori di direzione coordinati in una configurazione a "V", mentre il posteriore "a punta" ricorda i codini delle cugine naked di Honda, decisamente sportivo.
Nonostante le proporzioni compatte, Integra presenta un vano portaoggetti da 15 litri sotto la sella, capace di ospitare un casco demi-jet o altri oggetti, come ad esempio un completo
antipioggia. A questo vano, oltre che al tappo del serbatoio, si accede servendosi di una chiave per aprire e sollevare l’ampia sella. È inoltre presente una presa elettrica, che consente l’uso di accessori quali il caricatore del cellulare o un navigatore.
Il quadro strumenti è completamente digitale dell’Integra comprende tachimetro numerico, contagiri a barre, orologio e due contachilometri.

MOTORE: BICILINDRICO DA OLTRE 50 CV
Come anticipato di recente, il motore è un bicilindrico, monoalbero in testa a 8 valvole da 670 cm3 con raffreddamento a liquido. Il valore della potenza massima si attesta a 51,8 CV (38,1 kW) ottenuti a soli 6.250 giri/min, mentre la coppia di 62 Nm a 4.750 giri/min.
Honda dichiara che la nuova fasatura dell’albero motore a 270° assicurerà un piacere di guida maggiore; certo è che se per la fabbricazione di un albero motore da 270° adeguatamente leggero è stato elaborato un nuovo metodo di produzione, qualche beneficio ci aspettiamo di trovarlo… Utilizzando una procedura già adottata da Honda nei motori V6 per autovetture, l’albero viene forgiato con un angolo di 180° prima di venire sott oposto a una torsione esatta di ulteriori 90°. Il risultato è un albero motore a 270° leggero e dagli scarti di produzione praticamente nulli.
La progettazione di questo motore è stata inoltre guidata da un obiettivo di efficienza di oltre 27 km/litro secondo lo standard WMTC (con cambio in modalità D), un dato che, se confermato durante i nostri test, assicurerebbe una buona autonomia (circa 400 km) a Integra visto anche il serbatoio ha una capacità di 14,1 litri.

TRASMISSIONE ALL’AVANGUARDIA
Il motore di Integra è dotato della seconda generazione del cambio sequenziale a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission) di Honda, che presenta la comodità d’uso di una trasmissione automatica, ma grazie ai 6 rapporti gestiti elettronicamente offre anche l’opzione di un controllo in modalità manuale. La trasmissione ‘Dual Clutch Transmission’ utilizza due frizioni coassiali: la modailità Manuale (MT) consente al guidatore di cambiare marcia per mezzo delle apposite palette ergonomicamente posizionate vicino alla manopola sinistra, mentre la modalità Automatica (AT) presenta due opzioni: Sport (S) per la guida sportiva e Drive (D) per un’erogazione più fluida, come ad esempio in città o ad andatura autostradale.

CICLISTICA: RUOTE DA 17" E FRENI CON C-ABS
Sul fattore sicurezza l’ABS gioca da sempre un ruolo da protagonista, in particolare se parliamo di due ruote. Lo sa bene Honda che ha voluto fornire il suo Integra di ABS e CBS di serie. Il CBS Honda, infatti, collega i freni in modo tale che, quando viene azionato il freno posteriore, il carico frenante venga distribuito in modo uniforme anche all’asse anteriore.
Il DNA motociclistico di questo scooter emerge poi anche dalle misure delle sue ruote: cerchi da 17 pollici in lega di alluminio ottenuti per pressofusione ad alta pressione. Gli pneumatici sono, all’anteriore di misura 120/70-17", mentre al posteriore da 160/60-17").

Honda Integra verrà commercializzato a febbraio con un prezzo indicativo sotto ai 10.000 euro. Quattro le colorazioni previste al lancio: Pearl Cosmic Black, Pearl Sunbeam White, Ion Blue Metallic e Candy Graceful Red.

Maggiori dettagli commerciali verranno diffusi a EICMA 2011, mentre per le prime impressioni di guida vi diamo appuntamento a domani!

Autore: Redazione

Tag: Novità , bicilindriche , scooter


Top