Sport

pubblicato il 21 ottobre 2011

MotoGP 2011: Sepang, Libere 2, un "solo" di Pedrosa

Nuovamente poker delle Honda, ma "Camomillo" prende vantaggio

MotoGP 2011: Sepang, Libere 2, un "solo" di Pedrosa

Stanotte (ora italiana) è iniziato il GP della Malesia a Sepang. Nelle Libere1 il più veloce è stato Pedrosa, seguito da Stoner, Dovizioso e Simoncelli. Nelle Libere2, a Sepang, le Honda continuano a dettare il passo: a giudicare da quello che si è visto nel venerdì di Sepang, viene da dare quasi per scontato che domenica sul gradino più alto del podio ci sarà uno dei piloti in sella ad una RC212V ufficiale.

In particolare Dani Pedrosa sembra determinato ad andare all'attacco del terzo posto nella classifica iridata, attualmente occupato dal compagno di squadra Andrea Dovizioso. Proprio come in mattinata, "Camomillo" ha messo tutti in fila, riuscendo addirittura ad aumentare il gap che lo separa dagli inseguitori.

Con il suo 2'01"250, infatti, il pilota iberico è riuscito a tenere ad una distanza di oltre otto decimi il fresco campione del mondo Casey Stoner, che è stato l'unico oltre a lui a scendere sotto al muro del 2'02". Oltre il secondo invece il distacco di tutti gli altri: terzo c'è Andrea Dovizioso, che è stato uno dei pochi a non riuscire a migliorare il tempo della mattinata, davanti a Marco Simoncelli.

A riprova del grande feeling delle Honda con il tracciato malese, in quinta piazza troviamo la RC212V clienti di Hiroshi Aoyama, mai così veloce in questa stagione. Il primo degli "altri" è Colin Edwards, sesto con la Yamaha del team Tech 3, davanti a alla Suzuki di Alvaro Bautista. Solo nono invece Ben Spies, che ha chiuso alle spalle anche della miglior Ducati, ancora una volta quella clienti di Randy De Puniet.

In evidente difficoltà invece le due Desmosedici ufficiali: che si tratti della GP11.1 "standard" di Nicky Hayden o di quella con semitelaio in alluminio di Valentino Rossi, non sembra fare troppa differenza. L'undicesima e la dodicesima piazza, ad oltre 2", sono tutt'altro che esaltanti.

Nuovamente a terra Katsuyuki Nakasuga: il sostituto di Jorge Lorenzo è ultimo e ha dimostrato ancora una volta che i collaudatori non sono all'altezza dei piloti ufficiali, accusando un ritardo davvero importante.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , motogp , pista , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi


Top