Novità

pubblicato il 12 ottobre 2011

Kymco 2011: MyRoad 700i

Costa 8.065 euro ed è già nelle concessionarie

Kymco 2011: MyRoad 700i
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Kymco MyRoad 700i - anteprima 1
  • Kymco MyRoad 700i - anteprima 2
  • Kymco MyRoad 700i - anteprima 3
  • Kymco MyRoad 700i - anteprima 4
  • Kymco MyRoad 700i - anteprima 5
  • Kymco MyRoad 700i - anteprima 6

Kymco prosegue con il proporre novità particolarmente interessanti. Abbiamo già visto che a EICMA 2011 arriverà l’Xciting 400i (il 500cc andrà in pensione), e altri due modelli da 125 e 300cc (denominati K-XCT). C’è però dell’altro, che potete già vedere presso i concessionari autorizzati e che sarà naturalmente presente al Salone di Milano, il MyRoad 700i, un maxi scooter che si propone come il mezzo più tecnologico dell’azienda di Taiwan. Elegante e raffinato, si presenta come lo scooter perfetto per percorrere anche lunghe distanze nel segno del massimo comfort.

LINEE DINAMICHE
Il nuovo MyRoad 700i ha linee eleganti, ma allo stesso tempo dinamiche. La parte che più attira l’attenzione è sicuramente l’anteriore, che mostra un imponente gruppo ottico formato da tre proiettori. Gli indicatori di direzione, a led, sono integrati nella carena, e rendono le linee più "pulite". Parlando della carena, i tecnici della Kymco hanno concentrato le loro attenzioni sulla gestione dei flussi dell’aria, soprattutto nella parte inferiore della carrozzeria, in modo da ottenere una corretta deviazione dei flussi d’aria dalle gambe e dai piedi del pilota.

La strumentazione analogico/digitale è completa di ogni indicazione ed ha un aspetto automobilistico da vera ammiraglia. I comandi al manubrio sono estremamente raffinati ed ergonomici, ed entrambe le leve dei freni sono regolabili nella distanza su quattro posizioni, una soluzione degna di moto di grande cilindrata. Il vano sottosella apribile con la chiave multifunzione ha una capienza record; presenta una presa per caricare il cellulare, è illuminato, ed è in grado di ospitare due caschi integrali. La sella stessa ha una conformazione particolarmente ergonomica, disposta su due piani differenti per passeggero e pilota offre per quest’ultimo il supporto lombare.

Kymco ha poi previsto un cassetto nel retroscudo ed un piccolo vano in punta alla sella, entrambi utili per riporre piccoli oggetti. Ad aumentare il comfort le pedane del passeggero sono estraibili mediante una comoda leva azionabile dal retroscudo. Il blocchetto di accensione, è protetto dal sistema smartlock una blindatura meccanica che rende la vita davvero dura a ladri e malintenzionati.
Il maxi-scooter è offerto in tre colori: Argento Metal, Bianco Ice e Nero New. Come ogni Kymco, il prezzo è estremamente concorrenziale: 8.065 euro.

MOTORE BICILINDRICO DA 59CV
Il propulsore è un bicilindrico parallelo con raffreddamento a liquido e sviluppa una potenza di quasi 59 CV a 7.250 giri, ed una coppia di 62,7 Nm a 6.000 giri. Per ridurre le vibrazioni, è poi stato previsto un contralbero di bilanciamento. L’albero motore è "monolitico", allo scopo di avere un componente molto rigido e resistente alle sollecitazioni. Le bielle sono del tipo scomponibile e lavorano su bronzine in modo da ridurre al massimo gli attriti, le quattro valvole di ogni cilindro sono mosse da una coppia di alberi a camme mediante l’interposizione di bicchierini, mentre l’alimentazione ad iniezione elettronica di ultima generazione a ciclo chiuso con sonda lambda assicura, oltre ad una maggiore fluidità di guida ad ogni regime, il rispetto dell’ambiente e consumi più contenuti. Grazie al consumo ridotto, il serbatoio è da 15 litri. La trasmissione a CVT è incernierata al motore mediante degli avanzatissimi cuscinetti a rulli che ne riducono al minimo i giochi.

TELAIO CON TUNNEL CENTRALE
Il robusto telaio è con tunnel centrale, mentre il reparto sospensioni prevede una forcella da 41 mm di diametro all’anteriore e un monobraccio oscillante con doppio ammortizzatore al posteriore. La ruota anteriore ha misure 120/70 da 15", mentre il posteriore è un 160/60 su cerchio da 14". Gli ammortizzatori posteriori, sono poi regolabili su cinque posizioni. Il peso è di 281 Kg.

MCS, LE SOSPENSIONI ELETTRONICHE
Sul blocchetto destro, vicino al pulsante di avviamento, c’è il comando delle sospensioni elettroniche denominate MCS (MyRoad Control System), regolazione che agisce sia sull’anteriore che sul posteriore. Per variare la regolazione delle sospensioni è sufficiente premere ciclicamente il pulsante e controllare il settaggio tramite l'indicatore della strumentazione. In base ai diversi stili di guida e di comfort è possibile regolare le sospensioni in tre posizioni: "Soft" (Morbida), "Middle" (Intermedia) e "Hard" (Rigida). La regolazione elettronica agisce sulla parte idraulica delle sospensioni. E' inoltre possibile regolare meccanicamente il precarico degli ammortizzatori posteriori mediante l'apposita ghiera.

ABS DI SERIE
L’impianto frenante vede all’anteriore due dischi da 280 mm ed al posteriore un disco singolo da 240 mm. Il MyRoad 700i è poi dotato di serie di sistema antibloccaggio ABS a doppio canale, e sfrutta poi la frenata combinata.

Kymco ad EICMA 2011

Kymco ad EICMA 2011

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Novità , strada , bicilindriche , scooter , 600 , eicma 2011


Top