Attualità e Mercato

pubblicato il 6 ottobre 2011

Autovelox: tamponamento mortale

Un motociclista inchioda e viene tamponato da un altro centauro: muoiono in due

Autovelox: tamponamento mortale

La dinamica dell’incidente è ancora oggetto di indagini da parte delle Forze dell’Ordine, ma una prima ricostruzione risulta altamente drammatica: il 1° ottobre, a Noale (Venezia) due motociclisti viaggiano uno dietro l’altro. Il centauro davanti si avvede di un autovelox e frena d’improvviso. Un’inchiodata che non dà il tempo al motociclista dietro di frenare: l’impatto è micidiale, con il tamponamento che causa la morte di entrambi, dopo essere andati a sbattere contro un albero. Questa sarebbe la testimonianza di un terzo motociclista, amico dei due, che li seguiva e che ha frenato per tempo. Va aggiunto, a onore di cronaca, che secondo il testimone i due viaggiavano piano.

Tralasciamo la solita retorica (in moto si deve rispettare il Codice della Strada e guidare con la massima prudenza, sotto il limite di velocità); il guaio degli autovelox è proprio questo: succede sempre più spesso di assistere a "inchiodate da autovelox", con relativi tamponamenti. Statistiche ufficiali non esistono, anche perché trattasi di sinistri che vengono catalogati alla voce eccesso di velocità, mentre non esiste una categoria "incidenti da autovelox".

Siamo certi che il Comune di Noale, come tutti gli altri in Italia, segnalino l’autovelox con tempestività, attraverso cartelli ben visibili; e che il box dell’autovelox sia altrettanto visibile, con colori vivaci. Il problema è che la colonnina dell’apparecchio la vedi d’improvviso, specie se hai trascurato il cartello di preavviso, e anche se sei a velocità codice, l’istinto è quello di frenare! Invece, una pattuglia della Polizia, con pannello luminoso, darebbe il tempo di rallentare più gradualmente, evitando pericolosissimi tamponamenti: ecco perché siamo sempre favorevoli al controllo effettivo delle Forze dell’Ordine, mentre siamo contrari all’utilizzo degli autovelox che funzionano in automatico.

Discorso analogo per quei semafori cosiddetti intelligenti che fanno scattare il rosso appena un motociclista o automobilista che sia, supera il limite di velocità. Anche in questo caso, l’inchiodata con relativo tamponamento è in agguato.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , strada , varie , sicurezza , autovelox


Top