Sport

pubblicato il 2 ottobre 2011

WSBK 2011, Magny-Cours, Gara 1: Carlos Checa campione del mondo!

Lo spagnolo non fa conti e va a vincere ancora una volta

WSBK 2011, Magny-Cours, Gara 1: Carlos Checa campione del mondo!

Non ce l'ha fatta "il toro" a fare una corsa puntando solo a prendere i punti: no, lui è Carlos Checa, l'assoluto dominatore e ora finalmente matematicamente campione del mondo 2011 e quindi ha voluto dimostrare ancora una volta quanto lui e la sua Ducati Althea fossero superiori alla concorrenza in questa stagione. Così si è portato a casa anche la vittoria di Gara 1 a Magny-Cours, casomai non fosse ancora chiaro.

Al via era Eugene Laverty a prendere il comando, mentre il poleman Johnny Rea restava al palo e sfilava settimo al primo giro. Checa si metteva in scia al leader in sella alla Yamaha, e al decimo passaggio c'era un primo attacco all'Adelaide, con relativo controsorpasso dell'irlandese in uscita. Ma alla curva del Liceo, la penultima piega prima dell'arrivo, arrivava l'assalto definitivo.

Il resto è stata gara in solitaria, una passerella fatta di giri velocissimi e avversari dimenticati, mentre al box Althea tremavano e speravano Carlos non facesse errori, per poter festeggiare liberamente a fine gara.

Nel gruppo dei terrestri, invece, l'azione era appassionante come tipico stile Superbike, con un gruppo formato da Leon Camier, Leon Haslam, Sylvain Guintoli, Noriyuki Hagae Marco Melandri in caccia della seconda posizione di Laverty.

Il romagnolo, finito indietro a causa della caduta di Rea al quarto passaggio alla chicane, è in rimonta e gira velocissimo. E a metà gara, col serbatoio che va svuotandosi, diventa il più veloce in pista. Il più veloce dei "terresti", ovviamente...

Pian piano scavalca Haga, il pilota di casa Guintoli, e dopo poco anche Camier, che già era stato sopravanzato dalla Bmw di Haslam.
La Bmw e la Yamaha si "annusano" un po', poi diventa chiaro che la precedenza va data all'andare a prendere la "volpe" Laverty, e così i due avversari si alleano e alla ventesima tornata arrivano a prendere l'irlandese.
A questo punto "Macio" decide che è il momento, passa Haslam e poi attacca anche il compagno di squadra, andando a conquistare la seconda posizione a due giri dal termine.
Il giovane rampollo Yamaha non ce la fa più, ha finito le gomme e viene poi passato anche da Haslam e Camier, chiudendo solamente quinto dopo essere stato in testa per metà gara.

L'attenzione è ovviamente tutta per "il toro", che viene festeggiato lungo tutto il tracciato dal numeroso pubblico presente sulle tribune. Ma la festa poi sarà tutta all'arrivo in corsia box...

Autore: Fulvio Cavicchi

Tag: Sport


Top