Sport

pubblicato il 1 ottobre 2011

WSBK 2011, Magny-Cours, Q2: Melandri balza in testa

Checa scivola al decimo posto, ma non sembra cercare il tempo

WSBK 2011, Magny-Cours, Q2: Melandri balza in testa

Quello visto ieri era stato un Marco Melandri troppo "brutto" per essere vero: il ravennate aveva faticato decisamente a trovare il feeling su una pista a lui sconosciuta come quella di Magny-Cours ma, grazie ad una bella zampata data proprio all'ultimo giro della Q2, il portacolori della Yamaha si presenterà al via della Superpole con i galloni di poleman provvisorio.

Nella sua ultima uscita Melandri è andato alla ricerca del tempo, montando una gomma morbida sulla sua R1 e proprio in extremis è riuscito a portarsi davanti a tutti in 1'38"171, scavalcando di poco più di un decimo entrambe le Ducati della Liberty Racing, seconda e terza con nell'ordine il pilota di casa Sylvain Guintoli e Jakub Smrz.

Segue poi un bel terzetto di BMW aperto da quella "tricolore" di Ayrton Badovini e completato dalle due S1000RR ufficiali di Leon Haslam e Troy Corser. Settimo tempo invece per l'Aprilia di Noriyuki Haga, che però nella parte centrale della sessione è rimasta piuttosto a lungo in testa al gruppo.

La top ten si conclude con Jonathan Rea, Tom Sykes e Carlos Checa: il leader del mondiale non ha neppure migliorato la sua prestazione di ieri, ma è parso piuttosto evidente che non è andato alla ricerca della prestazione pura, lavorando in ottica gara. Stesso discorso che vale per Eugene Laverty, che lo segue in 11esima piazza.

Con l'assenza forzata di Ruben Xaus, ancora alle prese con i dolori al collo dovuti alla caduta di ieri, gli unici due piloti esclusi dalla Superpole sono Javier Fores e Roberto Rolfo, che hanno chiuso rispettivamente in 17esima e 18esima posizione.

World Superbike - Magny-Cours - Qualifica 2

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top