Sport

pubblicato il 26 settembre 2011

EWC - 24 Ore di Le Mans 2011: Vittoria al Team SRC Kawasaki

Due vittorie di fila a Le Mans per la Kawasaki #11, seconda la Suzuki Sert, terza Yamaha Yart

EWC - 24 Ore di Le Mans 2011: Vittoria al Team SRC Kawasaki
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • EWC - 24 Ore di Le Mans 2011 - anteprima 1
  • EWC - 24 Ore di Le Mans 2011 - anteprima 2
  • EWC - 24 Ore di Le Mans 2011 - anteprima 3
  • EWC - 24 Ore di Le Mans 2011 - anteprima 4
  • EWC - 24 Ore di Le Mans 2011 - anteprima 5
  • EWC - 24 Ore di Le Mans 2011 - anteprima 6

Si è conclusa ieri pomeriggio la più famosa e importante gara di durata al mondo, la 34esima 24 Ore di Le Mans. Sovvertiti i pronostici delle prove, poiché la BMW S 1000RR #99 del team Motorrad France, partita in Pole Position ha avuto molti problemi tecnici e si è classificata solo settima a 17 giri dai vincitori, i conterranei del team SRC Kawasaki.

BIS KAWASAKI A LE MANS
La vittoria del Team SRC Kawasaki segna il secondo successo consecutivo sul circuito Bugatti per la squadra francese, che già lo scorso anno (quando si chiamava GSR) aveva centrato la prima posizione a Le Mans, con gli stessi piloti, ma con la ZX-10R versione 2010.
La gara del Team SRC è stata pressoché perfetta, la moto è sempre stata nelle prime tre posizioni ed ha viaggiato senza inconvenienti e cadute, siglando anche il nuovo record sulla distanza con ben 834 giri, percorsi alla velocità media di 145,363 km/h.

Dietro alla Kawasaki #11 è arrivata ad un soffio la Suzuki Sert, campionessa in carica e ora nuovamente in testa alla classifica mondiale con nove punti di vantaggio su BMW Motorrad France #99.
La squadra francese si conferma una delle più concrete di tutti i tempi, in grado di rimediare a una 24Ore che partiva con pochissime speranze, visti gli infortuni dei due piloti titolari Vincent Philippe e Freddy Foray a pochi giorni dalla gara. La compagine Suzuki ha schierato Anthony Delhalle, Daisaku Sakai e Baptiste Guittet, preso in prestito dal Junior Team e i tre hanno funzionato così bene da contendere fino a poche ore dal termine la leadership alla Kawasaki.
La GSX-R 1000 Sert è arrivata, infatti, a un solo giro di distacco dalla moto #11, un risultato davvero eccellente che proietta di nuovo la casa di Hamamatsu in vetta alla classifica mondiale della EWC.

Al terzo posto si è classificata la Yamaha del team austriaco Yart. Partita benissimo avrebbe potuto lottare per la vittoria se Loris Baz, diciottenne assoldato per sostituire l’infortunato Gwen Giabbani, non fosse caduto nelle fasi iniziali della gara, causando la perdita di sei giri, necessari alla riparazione della moto. La sua rimonta, coadiuvata da Steve Martin e Igor Jerman è stata furibonda, e ha consentito al team austriaco di risalire dalla 30esima alla terza posizione finale.

Un’ottima quinta posizione finale è stata conquistata dal team Honda TT Legends, con l’idolo del Tourist Trophy, John McGuinnes in gara con Keith Amor e Donald Cameron. La loro Honda ha viaggiato bene per tutta la gara arrivando a 15 tornate dai vincitori.

Venendo ai grandi sconfitti di questa Le Mans 2011: i grandi favoriti in prova, i piloti della BMW #99 hanno dovuto fare i conti con problemi tecnici insorti durante la notte, che hanno costretto la squadra a qualche sosta di troppo e alla sostituzione dell’intero serbatoio. Il settimo posto finale non rende giustizia alla squadra Francese che ora deve giocarsi il tutto per tutto se vuole vincere il Campionati 2011, nell’ultima prova in calendario, il prossimo 12 novembre.
Peggio ancora è andata alla Yamaha France GMT 94, costretta al ritiro dopo ben tre cadute: a pochi minuti dalla partenza è stato David Checa a scivolare, ma sono state le due cadute successive firmate da Matthieu Lagrive a fermare la corsa della R1, dopo solo 7 ore di gara.

SUPERSTOCK
La classe superstock ha visto la vittoria del Team Motors Events con la GSX-R 1000 condotta da William Grarre, Vincent Bocquet e Mathieu Gines, ottavi assoluti al traguardo, seguiti dalla Kawasaki del Maccio Racing Team, nona assoluta.
Sul terzo gradino del podio la Suzuki del Junior Team LMS, condotta da Cedric Tangre, Julien Enjolras e Loic Napoleone.
Poca fortuna per i piloti italiani, con Alessio Aldrovandi e Simone Saltarelli diciassettesimi in classifica e ottavi nella Stock, sulla GSX-R del Team No Limits. Ventunesimo Emiliano Bellucci in squadra con Jamez Prosenik e Michael Savary, e noni nella Stock.

Immancabile, poi, la vittoria della Metiss nella classe Open, giunta dodicesima assoluta al traguardo, davanti alla MV Agusta F4 del team Raffin Motos, classificata 28esima.
Ritiro per l’unica altra moto italiana in gara, l’Aprilia RSV4 del Team Aprilia Lemans, dopo 10 ore di gara, per rottura del motore.

Appuntamento alla 8 Ore di Doha in Qatar il 12 Novembre prossimo per l’assegnazione del titolo EWC 2011.

Per leggere la Classifica finale della 34esima 24 Ore di Le Mans, clicca: qui

Foto: copyright ACO

Le Mans 24-hour race start

Le Mans 24-hour race start

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , 1000 , pista , curiosità , gare , endurance , autodromi , piloti


Top