Sport

pubblicato il 25 settembre 2011

WSBK 2011, Imola, Gara 2: Checa è quasi campione

Il ducatista sfrutta il ko di Rea, ma Melandri tiene i giochi aperti

WSBK 2011, Imola, Gara 2: Checa è quasi campione

Carlos Checa non è ancora campione del mondo della Superbike, ma manca veramente poco: il pilota spagnolo della Ducati si è imposto in gara 2 ad Imola e per qualche giro ha accarezzato anche il sogno di chiudere i conti sulle rive del santerno, ma poi una bella rimonta di Marco Melandri ha rinviato la sua festa.

E la seconda frazione imolese ha confermato che questo è proprio l'anno del ducatista, visto il modo in cui è arrivata la sua vittoria. Sugli spalti ci si avviava a celebrare una meritata doppietta di Jonathan Rea, che era scappato via fin dalla partenza, facendo immediatamente il vuoto alle sue spalle.

A pochi giri dal termine però la sua Honda CBR1000RR ha accusato un evidente problema tecnico, che lo ha costretto a rallentare e a dire addio ai sogni di gloria. E in questo frangente Checa è andato a riprendere Noriyuki Haga, che nel finale ha pagato forse il ritmo forsennato che aveva imposto alla sua gara nella parte centrale.

Il portacolori del Team Pata aveva realizzato una serie incredibile di giri record, provando a raggiungere Rea dopo una brutta partenza. Nel finale però la sua Aprilia è parsa essere in crisi di gomme e Checa ne ha approfittato per andare a prendersi il 12esimo sigillo stagionale.

Il terzo gradino del podio ottenuto da Leon Camier avrà poi sicuramente creato qualche rammarico al grande assente Max Biaggi: il romano, out per la frattura scomposta del metatarso del piede sinistro, avrebbe potuto contare su un grande potenziale della sua RSV4.

Ai piedi del podio si piazzano i britannici Eugene Laverty e Leon Haslam, seguiti da un Marco Melandri che è stato bravo a tirare fuori gli artigli nella fase conclusiva della gara: nella parte centrale il pilota italiano era già risalito fino al quinto posto, ma ha vanificato tutti i suoi sforzi con un "lungo" alle Acque Minerali.

Tuttavia, non si è perso d'animo e si è reso protagonista di un finale di gara decisamente aggressivo, che gli ha consentito di ritardare di una settimana la festa di Checa. E' praticamente impossibile, infatti, che il titolo gli possa sfuggire a Magny-Cours, visto che gli basterà mettere a segno 3 punti.

World Superbike - Imola - Gara 2

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , superbike , piloti


Top