Sport

pubblicato il 23 settembre 2011

EWC - 24 Ore di Le Mans 2011: pole position a BMW France #99

Gimbert, Nigon e Cudlin partiranno al palo domani alle 15.00

EWC - 24 Ore di Le Mans 2011: pole position a BMW France #99

Il Team BMW Motorrad France #99 ha confermato il suo dominio in qualifica conquistando la pole position della 34° edizione della 24 Ore di Le Mans.
Nonostante le qualifiche siano state ripetutamente interrotte da numerosi incidenti, che hanno comportato varie bandiere rosse, i top team hanno saputo gestire al meglio il poco tempo disponibile per accaparrarsi le prime posizioni della classifica.

I tre piloti della BMW 99, Sebastien Gimbert, Erwan Nigon e Damian Cudlin partiranno domani dal primo posto sullo schieramento di partenza con un tempo medio complessivo di 1'37 "545. I tre tempi fatti segnare dai piloti sono abbastanza vicini tra loro, ma il miglior crono è di Nigon, che è sceso fino a 1'36"950, che è attualmente il record del circuito Bugatti nella storia della 24 Ore di Le Mans.

Ma non è l'unico che ha attirato l'attenzione del pubblico. Il giovane Loris Baz, debuttante nell’Endurance in sostituzione di Gwen Giabbani sulla moto # 7 del Team YART, ha girato anche più veloce di Nigon, registrando un crono di 1'37 "514, anche se non è stato sufficiente a portare la sua Yamaha in Pole per via della media dei tempi. Insieme a Igor Jerman e Steve Martin, Baz partirà dal secondo posto in griglia con un tempo medio di 1'37 "924.

Subito dietro troviamo Julien Da Costa, Olivier Four e Gregory Leblanc sulla Kawasaki n. 11 del Team SRC vincitore qui lo scorso anno. La squadra ha avuto molti problemi tra cui una caduta di Gregory Leblanc alla chicane Dunlop e da problemi di iniezione, ma sono riusciti ad agguantare un ottimo terzo posto con un crono totale di 1'38"310.

Anche David Checa è stato protagonista di una caduta molto violenta alla Dunlop, che ha minato la qualifica della R1 di Yamaha France GMT 94. Il pilota si è rialzato illeso, ma la moto si è gravemente danneggiata e la squadra è stata costretta a usare la seconda moto, e quindi a non rischiare troppo in qualifica. Il loro tempo totale di 1'38 "310 conferma che GMT 94 può ancora lottare per la vittoria finale.

La quinta posizione è stata conquistata dal Team Suzuki Sert con un tempo medio di 1'39 "167. La squadra di Dominique Méliand, privata dei suoi pilota di punta Vincent Philippe, infortunatosi martedì nelle prime prove libere, e Freddy Foray, ha dimostrato che non bisogna sottovalutare il terzo pilota, visto che il giovane Baptiste Guittet ha fatto segnare degli ottimi tempi, trascinando i compagni di squadra Anthony Delhalle e Sakai Daisaku fino alla quinta casella sullo schieramento.

Nella Superstock, il primo posto è stato conquistato dalla BMW n. 13 del Team Van Zon Boenig Motorsportschool , seguita dalla Suzuki n. 72 del LMS Junior Team e la Suzuki n. 50 del Motors Events Bodyguard AMT Assurances Team.
Poca fortuna per i colori italiani: il nostro Alessio Aldrovandi scatterà dalla trentesima casella assoluta (e dodicesimo nella Stock), ma siamo sicuri che si darà da fare per rimontare nell'arco delle 24 ore!

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , 1000 , pista , gare , endurance , piloti


Top