Sport

pubblicato il 12 settembre 2011

Campionato Italiano Motorally 2011: Day 1 a Graziani, Day 2 a Mancini

A Roccaraso un doppio appuntamento, sesta e settima prova

Campionato Italiano Motorally 2011: Day 1 a Graziani, Day 2 a Mancini
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Campionato Italiano Motorally 2011: sesta e settima prova - Roccaraso - anteprima 1
  • Campionato Italiano Motorally 2011: sesta e settima prova - Roccaraso - anteprima 2
  • Campionato Italiano Motorally 2011: sesta e settima prova - Roccaraso - anteprima 3
  • Campionato Italiano Motorally 2011: sesta e settima prova - Roccaraso - anteprima 4
  • Campionato Italiano Motorally 2011: sesta e settima prova - Roccaraso - anteprima 5
  • Campionato Italiano Motorally 2011: sesta e settima prova - Roccaraso - anteprima 6

Ben 180 gli enduristi che hanno colorato le strade del paese abruzzese di Roccaraso, per un fine settimana valido come sesta (sabato) e settima (domenica) prova del "torneo", del Campionato Italiano Motorally 2011. Come vi abbiamo accennato mercoledì scorso, la classifica vedeva ben tre piloti come potenziali vincitori al titolo: Andrea Mancini, Paolo Ceci e Matteo Graziani, tutti a pochissimi punti di distacco l’un dall’altro.

SABATO: VINCE GRAZIANI
Si è partiti il sabato, alle ore otto in punto dal centro di Roccaraso, per affrontare i 178 chilometri, con all’interno due prove speciali in linea, per un totale di 54 chilometri ed un fettucciato particolarmente lungo. Ma più che quest’ultimo, i piloti hanno potuto godere di panorami mozzafiato, e forse da questi è stato ispirato Matteo Graziani, pilota dell’Aprilia-Il Team, che è tornato a vincere e ha messo dietro Paolo Ceci, rider del Beta-Dirt Racing, che ha registrato un ritardo di 34". Terzo, a sorpresa, Piergiorgio Molon (KTM-Virex), che alle sue prime esperienze rallyistiche ha dimostrato un’ottima padronanza del mezzo e soprattutto della navigazione. E’ il primo podio per lui.
Al quarto posto, un po’ poco per lui, il leader di classifica, Andrea Mancini. Il pilota dell’Husqvarna-CF Racing, è scivolato diverse volte (nella prima Prova Speciale), e ha commesso diversi errori di navigazione (nella seconda PS). Sfortunatissimo Alex Zanotti, autore della vittoria nella precedente prova, che ha rotto la leva del cambio nella seconda PS.

DOMENICA: MANCINI SHOW!
Nella giornata successiva, quella di domenica, la prova prevedeva 193 chilometri, sempre con due prove in linea (50 Km totali). In questa giornata, Andrea Mancini ha "massacrato" tutti. Il perugino ha vinto entrambe le prove in linea, andando ad aggiudicarsi la vittoria di giornata. Secondo, ha chiuso Filippo Ciotti, rider del Rieju-Fast Team che, nella giornata di sabato era stato penalizzato per aver saltato un timbro. Il pilota della Rieju ha chiuso a meno di un minuto da Mancini, e si è messo alle sue spalle Ceci, giunto a 18" di distacco.
Quanto a Graziani, è stato particolarmente sfortunato: per un banale errore di percorso, è stato penalizzato di un’ora. Questo non solo lo ha costretto a buttar via la giornata, ma ha anche visto scivolare via la leadership di campionato che era riuscito a guadagnare nella giornata di sabato.

"RIMANDATI" AD OTTOBRE
Tutti bocciati! Scherziamo naturalmente, ma per sapere chi vincerà il Campionato, bisognerà aspettare un mese. La tappa finale, quella decisiva, nonché l’ultima di campionato, si terrà il 16 ottobre a Umbertide (Perugia). Al momento la classifica generale vede in testa Andrea Mancini con 114 punti. Dietro di lui, Paolo Ceci con 106 punti e Matteo Graziani a 92 lunghezze.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , enduro , pista , personaggi , gare , fuoristrada , personaggi famosi


Top