Sport

pubblicato il 8 settembre 2011

WSBK 2012: Kawasaki verso l'impegno ufficiale?

Ichiro Yoda ha dichiarato l'impegno in prima persona di Kawasaki

WSBK 2012: Kawasaki verso l'impegno ufficiale?

La notizia della rottura del contratto di collaborazione tra la Kawasaki e il Team Paul Bird Motorsport è già circolata in rete nei giorni scorsi, mentre sono appena arrivate in redazione le dichiarazioni del management di Kawasaki, in merito al futuro sportivo della Casa di Akashi.

E’ proprio Ichiro Yoda, direttore sportivo di Akashi a parlare dei piani 2012 della Kawasaki, che prevedono un impegno "quasi ufficiale", che comprende un maggior controllo della Casa sulle fasi progettuali e sullo sviluppo della moto 2012.

Le sue parole sono state: "Abbiamo avuto tre stagioni molto proficue con il Team Paul bird Motorsport e vogliamo ringraziare sinceramente la sua struttura per il tempo e gli sforzi dedicatoci. La direzione che prenderanno i programmi sportivi 2012 della Kawasaki, prevede un controllo ancor più diretto dei nostri quartieri generali, i quali si occuperanno direttamente in giappone di tutte le decisioni per il prossimo anno.
Abbiamo in programma di ampliare le fasi di test in futuro e, per ragioni pratiche, la base operativa di Kawasaki World Superbike dovrà essere più vicina ai migliori circuiti e a condizioni climatiche più favorevoli. Oltre a ciò questa nuova condizione operativa dovrà anche rispettare i tagli al budget che la casa madre ha imposto per il futuro"
.

Detto ciò, come interpretare le parole di Yoda? Leggendo tra le righe questo non significa che la Kawasaki parteciperà nel 2012 con una squadra ufficiale, ma che non affiderà lo sviluppo della moto a una struttura esterna, come invece accadeva in passato.
In pratica le moto saranno preparate internamente, e al Team designato (che ancora non sappiamo quale sarà, anche se di sicuro qualche nome storicamente legato a Kawasaki sarà della partita), spetterà solo la gestione delle moto in pista durante le gare.

La scelta di Kawasaki è indubbiamente quella corretta, visto il momento storico e considerato che il potenziale della ZX-10R attuale sta emergendo solo ora e merita di essere sfruttato.
Rimaniamo in attesa di ulteriori sviluppi, siamo sicuri che presto Kawasaki svelerà il nome della struttura che gestirà le verdone nel World Superbike 2012.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , 1000 , superbike , gare , piloti


Top