Sport

pubblicato il 5 settembre 2011

MX 2011: Quinto mondiale per Cairoli

Giornata trionfale per KTM: Roczen vince il titolo nella MX2

MX 2011: Quinto mondiale per Cairoli
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MX2011 - GP d\'Europa Gaildorf - anteprima 1
  • MX2011 - GP d\'Europa Gaildorf - anteprima 2
  • MX2011 - GP d\'Europa Gaildorf - anteprima 3
  • MX2011 - GP d\'Europa Gaildorf - anteprima 4
  • MX2011 - GP d\'Europa Gaildorf - anteprima 5
  • MX2011 - GP d\'Europa Gaildorf - anteprima 6

Tony Cairoli si è laureato campione del mondo MX1 nel Gp d'Europa a Gaildorf, in Germania. L'italiano ha corso metà manche con il fiato in gola, intento a recuperare. La restante parte di gara da campione del mondo, per la quinta volta, la terza consecutiva in MX1.

Queste sono le due facce della prima manche di Tony Cairoli su un tracciato duro e viscido in alcuni punti, dove ha badato a non commettere errori. È scattato undicesimo, mentre Frossard, unico in grado di impensierirlo nella classifica iridata, era terzo.

Il recupero verso il podio è stato ponderato, poi quando Frossard è caduto, Tony ha iniziato a rimontare. Era già settimo al momento dell’uscita di scena del francese e virtualmente campione. Poi è diventato campione con certezza. Non si è però accontentato. Ha recuperato fino alla terza posizione finale dietro a Bobryshev e Boog, passando nel finale il compagno Nagl.

Minuti di gara interminabili, finiti con l’urlo liberatorio e l’abbraccio con tutto il team che lo attendeva dopo il traguardo. "E' meraviglioso. Cinque volte campione del mondo! È una sensazione stupenda".

Tony è visibilmente emozionato a fine manche, mentre festeggia con il team.
"Dedico il successo alla squadra che ha lavorato benissimo, ai miei famigliari e a mia mamma che spero possa tornare presto a vedermi. Sono partito cauto. La pista era difficile e ho badato ad aumentare il ritmo per gradi. Bellissimo. Ho vinto il titolo e mi sono riconfermato".

Il sorriso di Tony, i suoi occhi pieni di gioia, la commozione del padre e del team. Gli ultimi giri a gas spalancato e il saluto a ogni giro ai meccanici con la mano aperta mentre festeggiava solitario in sella, prima di urlare di gioia. Sono queste le prime cartoline di una giornata indimenticabile. E sono cinque!

MX2: KEN ROCZEN E’ CAMPIONE
La giornata è stata trionfale per la KTM anche grazie al terribile tedeschino Ken Roczen che a soli 17 anni si è laureato Campione del Mondo classe MX2 con una gara di anticipo sul finire della stagione.
Correre in casa ha sicuramente aiutato Roczen, sostenuto a gran voce dal pubblico tedesco che per la prima volta in 40 anni ha finalmente un proprio connazionale nell’albo d’oro del Motocross.
Il Cmapionato 2011 per Roczen è stato trionfale: nei 13 round disputati ha vinto sette gare ed è arrivato quattro volte secondo, mancando solo in due gare l’appuntamento con il podio.
Il 2012 vedrà sicuramente Roczen correre ancora per i colori della KTM, e con ogni probabilità verrà spedito negli Stati Uniti per correre nell’AMA Supercross con maggior frequenza rispetto alla scorsa stagione.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , cross , gare , fuoristrada , piloti


Top