Sport

pubblicato il 4 settembre 2011

WSBK, Nurburgring, Gara 1: Biaggi assente, Checa ne approfitta

La frattura al piede ferma Max, lo spagnolo domina e va in fuga

WSBK, Nurburgring, Gara 1: Biaggi assente, Checa ne approfitta

Quando il gatto non c'è i topi ballano: in questo caso la parte del felino è toccata a Max Biaggi, costretto ad alzare bandiera bianca a causa della frattura rimediata ieri. E a goderne è stato Carlos Checa, che praticamente non ha trovato ostacoli tra sé e l'undicesima vittoria stagionale in gara 1 al Nurburgring. Un'affermanzione che ha quasi il sapore di titolo iridato.

Solo Noriyuki Haga è riuscito ad infastidire il ducatista, ma appena per lo spazio di cinque o sei giri. Poi lo spagnolo ha fatto il vuoto alle sue spalle, gestendo il suo margine nella parte conclusiva della corsa. Il giapponese del Team Pata, che a sua volta aveva staccato le due Yamaha ufficiali, nel finale si è poi arreso anche a Marco Melandri, che almeno è riuscito a limitare i danni nei confronti di Checa.

Nelle prime tornate il ravvenate era rimasto incollato ai due battistrada, poi ha commesso un errore, finendo lunghissimo in una staccata e perdendo tantissimo terreno. Marco però non si è perso d'animo ed ha attaccato fino alla fine, riuscendo ad agganciare Haga a cinque passaggi dal termine e trovando il sorpasso con grinta. Il giapponese comunque ha centrato un quarto posto che aumenterà sicuramente i rimpianti di Max Biaggi.

Chiude quarta la seconda Yamaha, con anche Eugene Laverty che si è reso protagonista di un errore in fotocopia a quello del compagno di squadra. Molto interessante anche il quinto posto di Leon Haslam, che riesce a rendere almeno un minimo onore alla BMW nella gara di casa, scavalcando nel finale Sylvain Guintoli.

Il britannico però forse dovrebbe mangiarsi le mani per un errore commesso dopo pochi passaggi, perchè nel finale il suo passo era identico a quello dei piloti che lottavano per il podio. Per lui comunque potrebbe esserci modo di rifarsi in gara 2. Segue poi un gruppetto compatto formato da Joan Lascorz, Leon Camier, Ayrton Badovini ed il rientrante Jonathan Rea.

World Superbike - Nurburgring - Gara 1

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top