Attualità e Mercato

pubblicato il 31 agosto 2011

Caro Benzina: rischiamo un altro aumento

Sale il prezzo della benzina "no-logo", seguiranno anche i grandi nomi?

Caro Benzina: rischiamo un altro aumento

Non c’è davvero nessuna tregua per i motociclisti. Dopo aver pagato vacanze più care con i carburanti alle stelle, gli italiani hanno tirato un rapido sospiro di sollievo dopo che ieri è saltato l'aumento dell'Iva, che secondo Quotidiano Energia avrebbe inciso sul prezzo della benzina e del diesel aumentandoli di oltre un centesimo al litro, ma già si intravvedono giorni scottanti. Sebbene i listini siano rimasti piuttosto stabili, le compagnie "no logo", più sensibili ai rialzi internazionali, hanno ritoccato proprio oggi le tariffe e per questa settimana ci si aspettano altri aumenti su tutta la rete.

Una escalation che dura ormai da parecchi mesi, aggravata dalla nuova tassa sul cinema e da quella "temporanea" sull'emergenza immigrati, che già vede la benzina e il diesel posizionarsi a livelli record: secondo quanto emerge dal monitoraggio di quotidianoenergia.it in un campione di stazioni di servizio rappresentativo della situazione nazionale per Check-Up Prezzi QE il prezzo medio praticato della benzina (in modalità servito) va oggi dall'1,603 euro/litro di Esso all'1,607 di IP e Tamoil e quello del diesel dall'1,478 euro/litro di Q8 all'1,490 di Tamoil. Il GPL si posiziona tra lo 0,713 euro/litro di Eni allo 0,725 di IP.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , carburanti


Top