Sport

pubblicato il 26 agosto 2011

MotoGP 2011, Indianapolis: la conferenza stampa

Secondo i piloti l'asfalto non è il massimo

MotoGP 2011, Indianapolis: la conferenza stampa

Questo fine settimana prenderà il via il dodicesimo round della MotoGP. Ad ospitare il Gran Premio, il circuito di Indianapolis Motor Speedway. A breve i piloti inizieranno a girare in circuito per le prove libere, ma come sempre, si è tenuta la conferenza stampa con le dichiarazioni dei rider.

Il vantaggio di Casey Stoner in vetta alla classifica generale è aumentato a 32 punti dopo la vittoria di Brno, la sua seconda consecutiva nonché la sesta della stagione finora. L'australiano ha subito sottolineato di voler trovare il giusto ritmo più velocemente di quanto visto nelle due ultime prove.
"Siamo partiti male negli ultimi due weekend di Campionato, ma per fortuna nel giorno della gara riuscivamo in un modo o nell'altro a rimettere le cose in sesto fino a chiudere davanti. Arriviamo qui con una buona dose di fiducia in più, e se riusciremo a trovare la messa a punto adatta in tempi brevi, sarà tanto di guadagnato perché così sentiremo molta meno pressione sulle spalle".
Stoner ha poi continuato: "È una pista molto impegnativa, non si tratta del classico "frena, entra ed esci dalla curva". Ci sono alcuni punti insidiosi mentre altri più veloci che richiedono una maggiore attenzione. Non vedo l'ora di salire in sella alla RC212V".

Il compagno di squadra dell'australiano, Dani Pedrosa, finito sulla ghiaia mentre era al comando del gruppo a Brno, è uscito vincitore dall'appuntamento statunitense della passata stagione, e cercherà nel fine settimana di ripetere quanto di buono fatto vedere in Repubblica Ceca prima della caduta. "In passato ho sempre fatto bene qui, ho collezionato una pole e una vittoria, e la gara dell'anno scorso è stata incredibile. Spero che quello che ci aspetta si rivelerà un buon weekend. Settimana dopo settimana, noto i progressi fatti con la spalla e l'aumento del feeling con la moto. Non è la stessa sensazione che provavo prima della frattura alla clavicola, ma sono comunque in grado di affrontare un fine settimana di gara senza problemi. L'ultima gara si è chiusa nel modo peggiore, ma bisogna ammettere che nel venerdì e nel sabato siamo stati veloci e consistenti. Sono rimasto soddisfatto a livello generale e spero di ripetermi anche domenica", ha poi concluso.

Per il pilota Yamaha Factory Racing Ben Spies, questo circuito è all'origine di bei ricordi, soprattutto legati alla passata stagione, quando conquistò la sua prima pole position e il suo primo podio nella classe regina (secondo posto finale). "È una gara importante questa, ancora una volta davanti al mio pubblico. Ci sarà un enorme supporto da parte di tifosi, amici e familiari. Abbiamo un paio di novità questa settimana, e ci auguriamo facciano la differenza. È stato posto un nuovo manto d'asfalto, quindi ci sarà qualche differenza alla quale abituarsi rispetto al tracciato dell'anno scorso".
L'americano si augura inoltre che le proprie condizioni fisiche non gli creino fastidi come già accaduto nell'ultima gara, dove un nervo schiacciato nel collo gli causava intorpidimento al braccio sinistro. "È una cosa abbastanza frustrante. Abbiamo provato di tutto nella settimana post Brno, ma ancora non sono al top. Nonostante tutto, non ci arrenderemo e proveremo a stringere i denti e dare il 100%".

Il connazionale Nicky Hayden giunge all'appuntamento statunitense carico e colmo di grandi speranze, essendo già salito sul podio in due occasioni a Indianapolis. Il pilota Ducati ha avuto anche modo di testare il nuovo asfalto qualche settimana fa completando alcuni giri in sella ad una 1198 SP. "La nuova superficie è decisamente molto più scorrevole di quanto non fosse prima. Ora dalla curva 5 in poi l'asfalto è lo stesso, quindi sarà curioso domani vedere i tempi sul giro una volta lasciata un po' di gomma sulla pista. Non si può mai sapere come le gomme si comporteranno con le nuove superfici, ma questo asfalto è davvero liscio - quasi come il vetro - quindi non mi aspetto alcun problema di usura degli pneumatici".
Dopo averla testata con attenzione a Brno, Hayden affronterà il fine settimana americano in sella alla Desmosedici GP11.1. "Ho provato la moto per tutta la giornata di test ufficiali, e ho girato con un ritmo ed una velocità decisamente maggiori rispetto a quelli della gara ceca. Questa è la direzione per il futuro: ora si tratta di far qualche bel risultato!".

A Brno, Marco Simoncelli, pilota del team San Carlo Honda Gresini, ha messo le mani sul suo primo podio dell'avventura nella massima categoria. L'obiettivo dell'italiano sarà ora proseguire il percorso intrapreso con la speranza che quello ceco sia il primo di una lunga serie di top3. "Ho provato in tutti i modi a finire sul podio in questa stagione, e alla fine ce l'ho fatta. Negli appuntamenti precedenti ho sempre fatto bene nelle libere e nelle qualifiche, ora voglio fare lo stesso in gara. Sono convinto di meritare molto di più dell'ottavo posto nella classifica generale, e darò il massimo per migliorare la mia posizione prima della fine del Campionato".

Foro: MotoGP.com

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , pista , personaggi , gare , interviste , piloti , personaggi famosi


Top