Sport

pubblicato il 12 agosto 2011

MotoGP 2011: conferenza stampa a Brno

Dopo due settimane si rinizia, Stoner sarà presto papà!

MotoGP 2011: conferenza stampa a Brno

Dopo due settimane di stop dal GP di Laguna Seca, i piloti della MotoGP tornano in pista oggi per la prima sessione di libere del Cardion ab Grand Prix Ceské Republiky.
Dopo la bella vittoria di Laguna Seca, la quinta della stagione, Casey Stoner proverà a difendere dagli attacchi di Jorge Lorenzo la propria leadership nella classifica generale, dove domina staccato di 20 punti dall'attuale Campione del Mondo, fermo in seconda posizione.
"Siamo andati in pausa con un buon risultato che si va ad aggiungere agli altri collezionati finora. Ora dobbiamo concentrarci e affrontare al meglio la seconda parte del Campionato", ha dichiarato il pilota Repsol Honda. "Questo è uno dei miei tre circuiti preferiti, e adoro venire qui per correre. È una dura battaglia nelle parti alte della classifica: diventa sempre più serrata settimana dopo settimana, e vedremo quindi di dare il massimo per fare risultato".
Stoner si fermerà poi sul tracciato ceco anche lunedì per la giornata di test ufficiali MotoGP dove continuerà lo sviluppo del prototipo Honda del 2012.
"Non vedo l'ora di salire ancora in sella alla 1000", ha commentato. "Sarà divertente girare e provarla su un altro circuito. A Jerez, nonostante una pista a me poco adatta, abbiamo chiuso con ottimi risultati e preziose informazioni. Proveremo ora a comparare i dati una volta terminata la sessione di lunedì".

Con il GP del Giappone, argomento di continua discussione tra i piloti e i media, e il recente report sulla situazione commissionato da FIM e Dorna che conferma l'evento per ottobre, Stoner ha aggiunto la sua opinione a riguardo.
"Subito dopo Silverstone ero fortemente convinto di non voler correre, viste anche le immagini e le testimonianze", ha commentato. "Erano decisioni seguite alla scoperta della dolce attesa di Adriana. Ne abbiamo discusso molto arrivando poi alla decisione di non voler mettere a rischio mia moglie o la mia famiglia". Mentre ero in Australia ho continuato a leggere informazioni e raccogliere dati al riguardo. Ritengo che chiunque possa capire la mia situazione, ma vedremo comunque come evolverà il tutto nelle prossime settimane. Non sto dicendo che ci sarò, ma neanche il contrario".
Una volta interrogati, anche gli altri quattro piloti hanno affermato di voler attendere sviluppi futuri al riguardo, con una riunione della commissione di sicurezza per i piloti prevista per venerdì.

Subito dopo Stoner la parola è passata a Jorge Lorenzo, la cui attenzione è totalmente rivolta al gap che lo separa dal rivale australiano.
"Sappiamo che non sarà per niente facile perché sta andando veramente forte quest’anno, con un buon passo in ogni gara. Stiamo però lavorando molto, la moto fa il suo dovere e io sono in gran forma. Da questo momento però dovremo cercare di ottenere ancora di più dalla M1 per affrontare nel migliore dei modi la seconda parte della stagione. In teoria questa è una buona pista per noi, che ben si adatta alla moto e al mio stile di guida", ha poi aggiunto Lorenzo, uscito vincitore dalla gara dello scorso anno. "Ma è solo una teoria, vedremo cosa succederà nel fine settimana. I test di lunedì saranno molto importanti, anche perché per me sarà la prima volta in sella al nuovo prototipo e non vedo l’ora di testarne la potenza".

Il circuito di Brno ha un significato particolare per Valentino Rossi che proprio qui ha conquistato la sua prima vittoria in carriera nel 1996 in 125: "Sono passati 15 anni dalla mia prima vittoria qui, che bei ricordi!"
Sempre su questa pista l’italiano ha vinto cinque volte ed è salito sul secondo gradino del podio in tre occasioni nella classe regina. "Jeremy è tornato per Laguna Seca dopo aver saltato il Mugello e il Sachsenring e con lui abbiamo deciso di continuare il lavoro con la Desmosedici GP 11.1. Il lavoro da fare è ancora tanto e in Ducati stanno dando il massimo. Fortunatamente ci sarà una sessione di test lunedì, subito dopo il GP, e speriamo quindi di ottenere informazioni utili per continuare lo sviluppo".

Karel Abraham affronterà l’appuntamento casalingo per la prima volta con la classe regina: l’esordiente pilota ceco è ben consapevole dell’importanza di questa gara e proprio per questo motivo cercherà di sfruttare tutto il supporto del suo pubblico. "Questo è un GP importante per me e, nonostante la pressione, cercherò di rimanere concentrato il più possibile per poter accrescere, giro dopo giro, la nostra esperienza in pista", ha commentato. "Siamo abbastanza soddisfatti dell’andamento di questa prima parte di stagione, anche se le cadute non sono mancate. L’obiettivo è concludere un buon weekend, lottando con gli altri piloti e cercando di fare bene".

A chiudere il quintetto c’era poi il pilota di Rizla Suzuki Álvaro Bautista, che ha fatto registrare continui progressi negli ultimi appuntamenti disputati.
"Non è di certo la mia miglior stagione, ma dopo l’incidente e l’infortunio posso dire di essere al mio livello massimo e di poter correre spingendo fino al limite. La moto è decisamente migliorata rispetto all’inizio e lo testimoniano le numerose battaglie in cui siamo stati coinvolti, una su tutte quella con Valentino al Sachsenring. Sono fiducioso e carico per questo fine settimana".
Bautista per quest’occasione sarà affiancato dalla wildcard John Hopkins, ansioso di contribuire al lavoro della squadra. "Sono felice per lui ma spero non vada più veloce di me! Sarà sicuramente un’opportunità importante per la squadra che potrà così lavorare sui dati e le informazioni raccolte da due differenti piloti", ha poi concluso.

Foto: motogp.com

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , pista , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi


Top