Sport

pubblicato il 10 agosto 2011

MotoGP 2011: a Brno una mescola soft in più

Piccolo cambiamento per i pneumatici a disposizione dei piloti

MotoGP 2011: a Brno una mescola soft in più

Il Gran Premio della Repubblica Ceca rappresenta una gara significativa per la Casa giapponese fornitrice di pneumatici (Bridgestone N.d.R.), perché proprio da questo appuntamento sarà introdotto un cambiamento nel sistema di assegnazione dei pneumatici e i piloti avranno a disposizione pneumatici con una gradazione di mescola soft in più (altro cambiamento dopo l’introduzione di un
pneumatico all’anteriore in più).

Rispetto allo scorso anno, per il 2011 Bridgestone ha selezionato per il posteriore pneumatici slick asimmetrici con mescola più morbida. Per l’anteriore i piloti avranno a disposizione tre tipologie di mescole, con l’aggiunta di un’opzione di mescola soft disponibile per aumentare le performance di riscaldamento dei pneumatici e la sicurezza nelle sessione di prove libere del mattino disputate con una temperatura dell’aria e della pista più fredda.

Inoltre, tutti i piloti avranno la possibilità di scegliere singolarmente le mescole da utilizzare per i pneumatici slick al posteriore: invece dell’assegnazione di cinque pneumatici di ciascuna delle due mescole disponibili a partire da Brno, e per le rimanenti gare della stagione, i piloti possono scegliere al termine della seconda sessione di prove libere se utilizzare sei pneumatici con tipologia di mescola più morbida e quattro di quella più dura o viceversa, oppure cinque di ciascuna.

Il circuito di Brno, lungo 5.403 metri, è il più largo del Motomondiale ed è caratterizzato da ampi curvoni e pochi rettilinei, con punti di frenata in discesa che richiedono un solido pneumatico anteriore con una buona stabilità e numerosi dislivelli che impegnano continuamente i pneumatici, sottoposti ad elevata sollecitazione. Il tracciato presenta una configurazione ondulata ed è caratterizzato da un equilibrio tra otto curve a destra e sei a sinistra, con un manto stradale piuttosto abrasivo.
L’importanza di una buona velocità in uscita di curva è maggiore a Brno perché permette alle moto di migliorare la velocità lungo i settori in salita del circuito. Per questo motivo è importante una buona trazione al posteriore per consentire ai piloti di accelerare il prima possibile.

Hiroshi Yamada – Responsabile Bridgestone Motorsport:"Il Gran Premio della Repubblica Ceca è il primo in cui utilizzeremo il nuovo sistema di assegnazione dei pneumatici, con l’introduzione di una mescola aggiuntiva per l’anteriore, e sono convinto che i piloti saranno soddisfatti in termini di miglioramento delle performance di riscaldamento nelle sessioni di prova del mattino con temperature più fredde. Brno è una pista abrasiva ma sono convinto che le opzioni di pneumatici con mescola più morbida garantiscano buone performance. Dopo la sosta tutti non vedono l’ora di ritornare in pista e spero che questo cambiamento nel sistema di assegnazione ai piloti contribuisca a rendere la competizione più serrata nella seconda parte della stagione".

Hirohide Hamashima – Assistente del Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport:"La superficie del tracciato di Brno è molto abrasiva e per questo motivo è importante la durata del pneumatico. Abbiamo selezionato pneumatici con mescola più dura, specialmente all’anteriore. A partire dalla gara di Brno entrerà in vigore il nuovo sistema di assegnazione dei pneumatici: garantiremo a ciascun pilota una scelta aggiuntiva di mescola più morbida. La temperatura si prevede piuttosto fredda quindi spero che questo cambiamento migliorerà le performance di riscaldamento. Il circuito è generalmente veloce e presenta una configurazione ondulata quindi i carichi laterali generati sono elevati, in particolare nella spalla destra. I continui dislivelli sollecitano particolarmente il pneumatico anteriore, in particolare nei settori in discesa dove il trasferimento del peso crea un ulteriore carico. Le curve con velocità medie richiedono una buona stabilità del pneumatico posteriore e buona trazione in uscita di curva. La configurazione ondulata richiede un buon set-up e uno stile di guida lineare, fattori importanti per garantire una buona durata dei pneumatici".

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , pista , gomme , gare


Top