Sport

pubblicato il 30 luglio 2011

WSBK, Silverstone, Q2: Hopkins va in pole provvisoria

Beffato di un soffio Checa. Melandri quinto, con Biaggi solo 15esimo

WSBK, Silverstone, Q2: Hopkins va in pole provvisoria

Il weekend di Silverstone del Mondiale Superbike prosegue all'insegna delle sorprese: sarà John Hopkins infatti a presentarsi in Superpole con i galloni di poleman provvisorio. La wild card portata in pista dalla Crescent Racing aveva già spinto la sua Suzuki davanti a tutti nelle prime libere di ieri, ma oggi si è superato, abbassando di quattro decimi il tempo ottenuto ieri da Carlos Checa.

Il nuovo limite, dunque, è di 2'05"058. Un limite cui si è avvicinato molto lo stesso Checa, che alla fine ha chiuso staccato di appena una manciata di millesimi dall'americano ex MotoGp con la sua Ducati. Il terzo ed il quarto tempo di Sylvain Guintoli e Maxime Berger non fa altro che confermare il grande feeling che si è instaurato tra il tracciato britannico e le bicilindriche di Borgo Panigale.

In netta crescita Marco Melandri, autore del quinto tempo, ma soprattutto capace di limare oltre un secondo al suo crono di ieri. Solo sesto invece il primo dei piloti britannici, solitamente molto veloci qui, che è Leon Camier: il portacolori dell'Aprilia ha beccato mezzo secondo, ma per ora se la passa decisamente meglio rispetto al suo capo squadra Max Biaggi, quindicesimo ed incapace di migliorarsi nella sessione odierna.

Nella top ten c'è poi spazio anche per il quartetto composto da Michel Fabrizio, Leon Haslam (primo dei piloti BMW), Noriyuki Haga ed Eugene Laverty, con i primi otto che comunque sono racchiusi nello spazio di poco più di mezzo secondo.

Per quanto riguarda le esclusioni dalla Superpole, le più eclatanti sono quelle della BMW di Troy Corser e delle due Honda ufficiali di Fabrizio Lai ed Alex Lowes. Quest'ultimo si è anche reso protagonista dell'unica caduta della sessione.

World Superbike - Silverstone - Qualifiche

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top