Attualità e Mercato

pubblicato il 23 luglio 2011

Benelli Red-Crossing China

Un viaggio umanitario di 12.000 km in sella a TNT e TreK

Benelli Red-Crossing China
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Benelli Red-Crossing China - anteprima 1
  • Benelli Red-Crossing China - anteprima 2
  • Benelli Red-Crossing China - anteprima 3
  • Benelli Red-Crossing China - anteprima 4
  • Benelli Red-Crossing China - anteprima 5
  • Benelli Red-Crossing China - anteprima 6

La Benelli QJ ha deciso quest’anno di partecipare a un’importante iniziativa umanitaria che è appena partita nella Repubblica Popolare Cinese, il "Red-Crossing China"
Si tratta di un raid con scopi umanitari che attraverserà le più importanti province Cinesi percorrendo oltre 12.000 km in sella a 12 moto di cui sei Benelli (2 TNT899, 2 TREK899, 1 TREK1130, 1 TREK AMAZONAS) e sei Dragon 150 di produzione Zhejiang Qianjiang Motorcycle.

La Benelli QJ ha deciso di partecipare anche per celebrare la ricorrenza del centenario della propria nascita (1911–2011), collaborando con la Onlus "Motoforpeace" in una importante iniziativa benefica.
A seguito del violento sisma verificatosi nell’aprile del 2008 nel continente asiatico, infatti, e in particolare nella regione di Sichuan, la QJ aveva devoluto cinque milioni di yuan (pari a circa 500 mila euro) per la ricostruzione ed inviò cospicui materiali per le prime necessità.
La QJ, proprietaria del marchio Benelli in Italia, ha richiesto la collaborazione di MotoforPeace per esaminare sul posto i risultati dei lavori effettuati per la ricostruzione e per verificare gli investimenti messi in atto dalle autorità preposte.

MotoforPeace, in qualità di delegazione, ha quindi organizzato questo "tour solidale" di 12.000 Km attraverso le più importanti province del Paese: Shanghai, Hangzhou, Nanchang, Changsha, Guiyang, Chongqing, Chengdu, Wuhan, Zhengzhou, Jinan, Nanjing, Hefei, per un periodo di circa 55 giorni con partenza da Wenling, città sede della QJ Motor.
Durante il percorso saranno organizzate manifestazioni presenziate dalle massime autorità delle diverse forze dell’ordine, e a conclusione della missione, la QJ e MotoforPeace destineranno un’ulteriore somma di denaro alla China Charity Corporation, ONG condivisa dal governo locale per le efficienti e fattive azioni umanitarie.

L'iniziativa, che ha ricevuto la medaglia da parte del Capo dello Stato quale suo premio di rappresentanza, gode del patrocinio delle più alte Istituzioni italiane quali la Presidenza del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, nonché del pieno supporto del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero dell'Interno.
Verranno visitate numerose città e località turistiche quali: West Lake, Zhangjiajie, Dujiangyan, Laoshan, il Tempio di Confucio, i Guerrieri di Terracotta e Qingdao.
Durante il tour saranno predisposti incontri istituzionali con le massime autorità di Polizia locale e il ritorno è previsto a Shanghai il giorno 16 Agosto 2011 dopo aver affrontato circa 46 giorni di viaggio.
Chi volesse seguire il resoconto tappa per tappa può farlo sul sito ufficiale della Benelli.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , strada , naked , enduro , curiosità , turismo , viaggi


Top