Sport

pubblicato il 15 luglio 2011

MotoGP 2011 Sachsenring FP1: Simoncelli davanti

Cadono in tanti, torna lo spauracchio delle gomme fredde

MotoGP 2011 Sachsenring FP1: Simoncelli davanti

Stamattina si è svolto il primo turno di prove libere al Sachsenring con Marco Simoncelli che ha conquistato il miglior crono del mattino, in una sessione caratterizzata dalle molte cadute.
Non più tardi dell’altroieri avevamo sollevato gli ipotetici problemi che ci sarebbero potuti essere in Germania con le gomme Bridgestone asimmetriche , e puntualmente il freddo arrivato dal nord a disturbare i piloti in pista ha confermato le nostre tesi.
Al primo turno di libere, infatti, sono tanti i piloti che sono arrivati alla curva 11, la velocissima curva a destra del tracciato tedesco, e sono caduti per via delle gomme fredde sulla spalla destra.
Il primo a volare è stato il capoclassifica Casey Stoner dopo 4 minuti dall’inizio del turno, seguito poco dopo anche da Toni Elias, Dani Pedrosa e Valentino Rossi.
Il "dottore" è anche ricorso alle cure in Clinica Mobile per una escoriazione al braccio destro, ritornando subito in sella.

I cronometri hanno determinato la Classifica con Marco Simoncelli in testa con 1:22.823, l’unico al di sotto dell’1:23. Casey Stoner firma un crono di 1:23.004, a soli 181 millesimi da Simoncelli e inseguito ad un soffio da Jorge Lorenzo, terzo con un tempo di 1:23.046 (+0.223s).
Nicky Hayden vede rubarsi proprio durante le battute finali il posto nel gruppo di testa, scivolando così in quarta posizione con un 1:23.205 (+0.382s). Chiude la top5 Andrea Dovizioso, grazie al suo crono di 1:23.355 (+0.532s) messo a segno nell’ultimo dei 23 giri percorsi.

Il gruppo dei primi dieci continua poi con l’esordiente pilota ceco Karel Abraham in sesta posizione con un 1:23.416 (+0.593s), lo spagnolo Hector Barbera 7º grazie al suo 1:23.433 (+0.610s), il francese Randy De Puniet 8º con un tempo di 1:23.534 (+0.711s), Ben Spies 9º con 1:23.558 (+0.735s), e infine Colin Edwards 10º con il suo 1:23.594 (+0.771s).
Indietro Dani Pedrosa che dopo la caduta ha siglato un 1:23.604 (+0.781s) ed è undicesimo davanti a Álvaro Bautista e Cal Crutchlow.
Ancora male Valentino Rossi che a causa della caduta ha girato solo 15 minuti, fermandosi a 1.689s da Simoncelli.
Dietro Rossi troviamo Hiroshi Aoyama, Toni Elias e il dolorante Loris Capirossi.

Foto: MotoGP.com

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , motogp , pista , gare , autodromi , piloti


Top