Sport

pubblicato il 14 luglio 2011

MotoGP 2011 Sachsenring: occhi puntati su Rossi

Valentino: "Abbiamo bisogno di lavorare il più possibile"

MotoGP 2011 Sachsenring: occhi puntati su Rossi

Con il Gran Premio di Germania al Sachsenring il Campionato del Mondo MotoGP arriva al nono appuntamento e a metà del suo percorso fatto di 18 round. La pista tedesca con i suoi 3,761 chilometri è la seconda più corta del campionato dopo Laguna Seca ed è caratterizzata da una maggioranza di curve a sinistra oltre che da un layout per lo più stretto e tortuoso.
Un tracciato particolare ma apprezzato da Valentino Rossi, cinque volte vincitore in carriera, che con la sua squadra continuerà a lavorare sugli assetti della Ducati GP11.1, che ha debuttato due gare fa, per trovare la messa a punto ideale. Anche Nicky Hayden, che predilige i tracciati che si percorrono in senso antiorario, ama la pista tedesca dove è già salito quattro volte sul podio.

VALENTINO ROSSI
"Al Mugello abbiamo iniziato a lavorare in una direzione per il set up che non avevamo mai provato prima ma lo abbiamo fatto domenica nel warm-up e quindi non ci abbiamo potuto dedicare molto tempo. In gara la moto andava meglio che in prova ma abbiamo bisogno di sperimentare meglio questi assetti e vedremo se al Sachsenring potranno comunque essere una buona base di partenza.
La pista è particolare, insidiosa in alcuni punti ma è un circuito che mi piace. L’anno scorso sono tornato proprio in Germania dopo l’infortunio alla gamba ed è stata una bella gara. Speriamo di trovare bel tempo e una buona temperatura perché abbiamo bisogno di lavorare il più possibile sulla messa a punto prima della gara"
.

NICKY HAYDEN
"Il Sachsenring è una pista un po’ strana, corta e stretta ma mi piace davvero molto. Il tempo sul giro è il più breve del campionato a parte Laguna Seca ma la gara sembra lunghissima stando sempre piegati sulla parte sinistra delle gomme. Infatti le curve sono quasi tutte in quella direzione, mi ci trovo bene, molto a mio agio. La particolarità più evidente del tracciato è che la prima parte è molto contorta e lenta mentre la seconda è veloce e aperta, specie la sezione che chiamano "Waterfall" una curva cieca da quinta in discesa! Non so se ce ne siano di più entusiasmanti in tutto il campionato".

VITTORIANO GUARESCHI
"Il Sachsenring è una pista molto diversa dal Mugello e sarà interessante per capire se le ultime modifiche di assetto che abbiamo provato durante il GP d’Italia sulla GP11.1 possono essere una base di partenza e adattarsi anche caratteristiche particolari come quelle del tracciato tedesco, molto stretto e tortuoso. Vale ci ha vinto tanto e anche l’anno scorso al suo rientro dopo l’infortunio, è andato forte, così come Nicky che è salito sul podio diverse volte. Speriamo che sia bello per tutto il week end per poter fare finalmente tutti i turni di prove e anche la gara con le stesse condizioni meteo".

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , pista , gare , autodromi , piloti , personaggi famosi


Top