Sport

pubblicato il 13 luglio 2011

MotoGP 2011 Sachsenring: Bridgestone porta gomme più morbide

La stessa dello scorso anno davanti: dura o extra dura. Più morbida dietro

MotoGP 2011 Sachsenring: Bridgestone porta gomme più morbide

Il Motomondiale torna nuovamente in pista in occasione del Gran Premio di Germania, nono appuntamento del Campionato del Mondo in programma domenica 17 luglio sul tracciato del Sachsenring, per la prima di due gare consecutive che precedono la pausa estiva, al termine di un periodo intenso con sei gare disputate in otto settimane.

All’inizio della stagione, quando era stata fatta una prima selezione delle tipologie di mescole da utilizzare nei vari appuntamenti del Campionato del Mondo, Bridgestone aveva selezionato per il Gran Premio di Germania pneumatici slick con mescola più morbida per il posteriore, utilizzando il composto di gomma ultra soft sviluppato alla fine del 2010 per massimizzare le performance di riscaldamento del pneumatico.
Il tracciato del Sachsenring, stretto, tortuoso e da percorrere in senso antiorario, presenta un manto stradale piuttosto abrasivo che genera un’elevata temperatura e usura dei pneumatici. La pista, lunga 3.671 metri, presenta prevalentemente curve a sinistra lunghe e veloci. Per affrontarle è necessaria una mescola più dura per la spalla sinistra del pneumatico posteriore rispetto alla spalla destra. La mescola più dura sul lato sinistro aumenta la durata del pneumatico, mentre quella più morbida sul lato destro migliora l’aderenza con un range di temperature di utilizzo più basse.

In buona sostanza le gomme che verranno utilizzate al Sachsenring, sono fatte esattamente all’opposto di quelle che la Bridgestone portò ad Assen, e che avevano destato non poche polemiche tra i piloti, viste anche le tante cadute del venerdì, dovute alla difficoltà di adattamento alle basse temperature, incontrata dai pneumatici giapponesi. C’è da dire che le temperature che i piloti incontreranno questo weekend in Germania saranno sicuramente più alte di quelle di Assen, sempre che qualche acquazzone non ci metta lo zampino.

La pista tedesca è particolarmente impegnativa per il pneumatico anteriore e per questo motivo la Casa giapponese ha selezionato la tipologia di pneumatico con mescola dura ed extra dura. Quest’ultima mescola è stata precedentemente utilizzata all’anteriore in occasione della gara d’apertura della stagione in Qatar. Rispetto allo scorso anno, la tipologia di pneumatico per l’anteriore è rimasta invariata.

Il pneumatico slick per il posteriore è disponibile con mescola media e dura, con una gradazione più morbida rispetto al 2010. Entrambe le opzioni incorporano la mescola extra soft nella spalla destra e presentano una speciale costruzione sviluppata per i tracciati del Sachsenring e di Philip Island per far fronte all’elevata temperatura del pneumatico in alcune curve. In particolare, sono le sezioni di curve a sinistra dalla Sei alla Dieci e le ultime due curve veloci a generare la temperatura più alta del pneumatico.

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , pista , gomme , gare , piloti


Top