Sport

pubblicato il 13 luglio 2011

MotoGP 2011 Sachsenring: Capirossi ci sarà

Loris: "La Desmosedici è mia e la guido solo io!"

MotoGP 2011 Sachsenring: Capirossi ci sarà

Loris Capirossi è probabilmente il pilota più "vecchio stile" oggi in attività, uno di quelli che pur di correre si farebbero tagliare un dito.
Dopo la sua doppia assenza alle gare di Assen e Mugello, il Pramac Racing Team torna al completo per il nono appuntamento del motomondiale, sul circuito del Sachsenring. Il nostro pilota in questi giorni ha svolto molta fisioterapia per cercare di recuperare le forze necessarie per affrontare al meglio il week end tedesco. Sarà una gara particolare anche per Randy De Puniet, che proprio l’anno scorso cadde rovinosamente provocandosi la frattura di tibia e perone.

LORIS CAPIROSSI
"Ancora non sto benissimo, ma ho ancora due giorni di fisioterapia per recuperare un po’ di condizione. Sarà positivo il fatto di tornare in pista subito, ma il mio obiettivo è quello di tornare al 100% per Laguna Seca. Perdere la gara del Mugello è stata una grande sofferenza per me, ci tenevo molto. Adesso voglio voltare pagina e tornare in pista. La Desmosedici è mia e la guido solo io".
E con questa dichiarazione Loris chiarisce subito la sua opinione sulla ventilata possibilità che Sylvain Guintoli salisse sulla sua moto in Germania…

FABIANO STERLACCHINI – Direttore Tecnico Pramac Racing
"Il ritorno di Capirex in pista è senza dubbio l’aspetto più rilevante di questo gran premio. Loris non sarà al 100%, ma in questi giorni ha lavorato sodo per cercare di guidare la moto in condizioni accettabili. In passato ci ha abituato a gare incredibili in condizioni fisiche non di certo positive, spero quindi che possa ripetersi anche questa volta. Randy l’ho visto concentrato durante i test del Mugello; ha avuto un inizio di stagione piuttosto difficile, tra cadute e problemi vari, spero che col Sachsenring possa cominciare una nuova stagione. Il circuito tedesco è molto articolato, tortuoso e con un rettilineo abbastanza corto. Credo che le caratteristiche della nostra Ducati possano in un certo senso favorire il nostro lavoro su questo tracciato".

RANDY DE PUNIET
"Il circuito del Sachsenring mi piace, nonostante mi ricordi il brutto incidente dell’anno scorso, che mi costò la frattura di tibia e perone. Credo che le caratteristiche del circuito si sposino con quelle della nostra moto, sono quindi convinto di poter far bene. Settimana scorsa abbiamo lavorato duro in occasione dei test; spero che i risultati possano essere positivi".

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , motogp , pista , curiosità , gare , autodromi , piloti


Top