Sport

pubblicato il 7 luglio 2011

La MotoGP rinuncia ad Abu Dhabi

Secondo la Dorna, per ora meglio tre gare negli USA

La MotoGP rinuncia ad Abu Dhabi

Nei mesi scorsi si era parlato della possibilità che a partire dal 2013 la MotoGP potesse fare visita anche ad Abu Dhabi. L'idea era quella di organizzare un "back to back" in Medio Oriente, con le gare di Losail e di Yas Marina separate da appena una settimana. Ora però Carmelo Ezpeleta ha spiegato che i contatti con la dirigenza del tracciato di Abu Dhabi sono terminati e che l'opzione più probabile è quella di un calendario con ben tre gare negli Stati Uniti. La situazione, infatti, è questa: dal 2013 il Motomondiale farà tappa anche sul nuovo tracciato di Austin, in Texas, mentre il contratto con Laguna Seca è ancora valido fino al 2014.

In questo contesto si pensava che la cessazione della gara di Indianapolis, il cui contratto scade quest'anno, fosse praticamente automatica. Il grande capo della Dorna invece ha spiegato che invece sta trattando il rinnovo con il mitico speedway dell'Indiana: "Stiamo parlando con i dirigenti di Indianapolis per rinnovare il contratto e ci piacerebbe farlo per più di un anno" ha detto a MotorCycleNews.

Sui motivi che hanno portato alla rinuncia ad Abu Dhabi poi ha aggiunto: "Al momento abbiamo fermato ogni discorso con Abu Dhabi e per il momento non credo che lo riprenderemo. Non sono pronti per completare i lavori necessari per adattare la pista alla MotoGp".

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , pista


Top