Sport

pubblicato il 28 giugno 2011

MotoGP 2011 Assen: il mistero della gomma che non esiste

Jeremy Burgess accusa Simoncelli di aver rifiutato le gomme morbide

MotoGP 2011 Assen: il mistero della gomma che non esiste

Una voce clamorosa rimbalza da Assen: dopo le difficoltà evidenziate nel corso del weekend, la Bridgestone aveva deciso di far arrivare in Olanda una nuova tipologia di gomme per la gara, con una mescola più morbida sulla spalla sinistra, che è quella che ha creato più problemi ad esempio al venerdì (vedi cadute delle tre Honda HRC, tutte a sinistra).

Queste nuove gomme però potevano essere utilizzate solamente se i piloti avessero trovato un accordo unanime in materia, che evidentemente non c'è stato. In un primo momento tutti hanno pensato che fossero stati gli uomini della HRC a mettere il veto, ma a quanto pare, ironia della sorte, gli indizi sembrano portare a Marco Simoncelli.

Secondo quanto riporta MotorCycleNews, al momento è confermato solamente che la proposta della Bridgestone è stata rigettata e non si sa con certezza l'identità di chi ha rifiutato l'offerta, ma se si trattasse veramente di "SuperSic" la vicenda assumerebbe dei contorni tragicomici: non bisogna dimenticare, infatti, che il pilota italiano è caduto proprio nella prima piega a sinistra della gara, quando la sua gomma era ancora fredda da quel lato...

Casey Stoner si è chiamato fuori, spiegando di aver parlato con Franco Uncini (responsabile della sicurezza) e di aver accettato la proposta, a patto di poter utilizzare la gomma più dura se le temperature si fossero alzate. A puntare il dito verso Simoncelli è stato Jeremy Burgess, dicendo che a lui erano arrivate voci in quel senso.

Insomma sulla questione rimane un alone di mistero, chissà se alla fine si scoprirà chi ci ha messo lo zampino... certo è che la MotoGP sembra sempre di più assomigliare all’Asilo Mariuccia…

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , curiosità , gare , autodromi , piloti


Top