Sport

pubblicato il 14 giugno 2011

MotoGP 2012: crisi Rossi. Intanto continuano i test della GP12 al Mugello

Oggi e domani, Hayden e Rossi per la quarta e quinta giornata di test

MotoGP 2012: crisi Rossi. Intanto continuano i test della GP12 al Mugello

Per le Ducati, a Silverstone non si può certo dire che sia andata così bene. Si fatica a salire sul podio, ed uno come Valentino Rossi, ci deve sempre stare, non basta una volta sola (GP di Francia).
La Ducati non riesce a venire fuori da questa crisi e, se per Nicky Hayden la situazione non è poi tanto cambiata, non si può certo affermare lo stesso concetto per la prima guida. Casey Stoner faceva letteralmente volare la Desmosedici, cosa che al Dottore ancora non riesce. Ora il "canguro" sta con la Honda, e "vola" più in alto di prima. A Borgo Panigale stanno lavorando sodo per chiudere questo buco che più passa il tempo, e più si allarga. I fan della Rossa non sanno più in cosa credere, e sono divisi tra un "Valentino si", ed un "Valentino no". C’è chi crede in lui, che è sicuro che dall’anno prossimo la GP12 e Rossi faranno il salto, e chi invece, crede che il Dottore sia più che altro un… infermiere specializzato.

L’unico giudice legittimo è un foglio di carta elettronico su cui vengono trascritti i risultati. Si dice sempre che "sono i risultati quelli che contano". Bene, Valentino Rossi è quarto con 68 punti, dietro ad Andrea Dovizioso (83 punti), Jorge Lorenzo (98 punti) e appunto, Casey Stoner, che di punti ne ha 116. Vero è che siamo a sei gare su diciotto totali, quindi le cose possono cambiare, ma tutto dipende da quanta grinta troverà Rossi.

TEST AL MUGELLO
Già nella giornata di ieri, al Mugello, Franco Battaini e Vittoriano Guareschi sono scesi in pista per dei test con la GP11 e con la GP12, anche se purtroppo le condizioni meteorologiche non sono state le migliori. Quest’oggi e nella giornata di domani, Nicky Hayden e Valentino Rossi sfrutteranno la quarta e la quinta giornata delle otto a disposizione per lo sviluppo delle moto con cilindrata di 1.000 cc.
Valentino sta cercando, dal canto suo, di sviluppare la moto 2012, ma anche di portare avanti e progredire l’attuale GP11 per andare a prendere almeno il terzo posto in classifica. Una terza posizione alla sua portata, ma non dimentichiamoci che Dani Pedrosa è fuori! Dei "Fantastici 4" dunque, Rossi sarebbe l’ultimo, quello di pietra, pesante, lento nei movimenti, caratteristiche che l’anno scorso non erano attribuite certo a lui.

I diretti rivali non hanno usufruito della quantità di giornate sfruttate dalla Ducati. Honda ne ha sei, Yamaha addirittura otto. Questo vuol dire che la GP12 dovrebbe essere molto più avanti a livello di sviluppo delle moto giapponesi, ma chi può saperlo? Naturalmente non mancheremo di informarvi sull’esito di questi test, ma come sempre, solo quel… foglio elettronico potrà dire la verità, e dovremo aspettare il 2012. Per ora, concentriamoci sul 2011, e vediamo se Ducati, ed il Dottore, tireranno fuori a sorpresa un coniglio… dal cilindro!

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , motogp , test , personaggi , piloti , personaggi famosi


Top