Sport

pubblicato il 11 giugno 2011

MotoGp 2011, Silverstone, Qualifica: Stoner vola altissimo

Solo Simoncelli e Lorenzo provano ad infastidirlo - disastro Rossi

MotoGp 2011, Silverstone, Qualifica: Stoner vola altissimo

Vola Casey Stoner anche a Silverstone, imprendibile per tutti. Ci provano fino all'ultimo Marco Simoncelli e Jorge Lorenzo, usando tutti i cordoli e le scie ma non c'è modo di passare "SilverStoner".

L'australiano è alla trentesima pole position in carriera, la quarta su sei qualifiche disputate nel 2011. Un vero fulmine sul giro secco. In Gran Bretagna solo SuperSic e Porfuera gli sono vicini, addirittura davanti in brevi tratti di pista, ma il quarto intertempo è fatale e così si ritrovano a 188 e 217 millesimi di distacco rispettivamente. Un'inezia, soprattutto se confrontati con i 657 di Ben Spies, quarto e primo "degli altri".

Addirittura Andrea Dovizioso è quinto a 1"192, davanti alla prima delle Ducati: quella di Karel Abraham, bravissimo a sfruttare al massimo le nuove modifiche aerodinamiche portare dalla casa di Borgo Panigale, ma comunque ad un secondo di distacco dall'italiano che lo precede e quindi ad oltre due secondi dal "Canguro Mannaro"!

Settima ancora una Ducati, quella di Nicky Hayden, che precede Colin Edwards, Alvaro Bautista e ancora una Ducati, quella di Randy De Puniet che chiude la top10.

Missing in action Valentino Rossi, che non è caduto, non ha avuto problemi tecnici visibili dall'esterno, non era malato: semplicemente è andato piano, molto piano, incredibilmente piano! 13° a quasi quattro secondi da Stoner e penultimo delle Ducati in pista (dietro a lui solo Loris Capirossi) è qualcosa di irreale per il fenomeno di Tavullia.

Autore: Fulvio Cavicchi

Tag: Sport


Top