Sport

pubblicato il 10 giugno 2011

MotoGP 2011, Silverstone: Edwards sarà in pista

Ok dai medici, il texano dà una lezione di carattere a Pedrosa

MotoGP 2011, Silverstone: Edwards sarà in pista

Dopo l'esito positivo della valutazione medica di ieri, il pilota del team Monster Yamaha Tech 3 scenderà in pista oggi con gli altri piloti per le libere del Gran Premio d'Inghilterra in programma questo fine settimana sul famoso circuito di Silverstone.
Il 37enne ha dovuto saltare la gara di Barcellona di domenica scorsa, dopo essersi fratturato la clavicola destra durante le sessioni di libere sul circuito di Montmelo.
All’indomani della caduta, al pilota americano sono state impiantate una placca di titanio e 13 viti nella spalla durante un intervento chirurgico durato 3 ore, supervisionato dai dottori Xavier Mir e Victor Marlet.

La sue condizioni fisiche non gli hanno permesso di prender parte al GP catalano e si è visto così costretto ad interrompere la serie di 141 gare MotoGP consecutive iniziata con il suo debutto nel 2003.
Non salterà però il sesto round del Campionato del Mondo MotoGP 2011 di Silverstone, avendo ottenuto ieri il via libera da parte del personale medico del circuito dopo un'approfondita valutazione della spalla.

SAPEVO DI FARCELA
"Sapevo che i medici mi avrebbero dato l'ok, me lo sentivo. Ora non vedo l'ora di scendere in pista. La spalla risponde bene e non ringrazierò mai abbastanza il dottor Xavier Mir ed il suo staff per il lavoro fatto: senza di loro probabilmente non sarei stato minimamente in grado di guidare. So che non sarà un weekend facile, perché ci sono cambi di direzione rapidi e brusche frenate a Silverstone, ma sono sicuro di poter fare un buon lavoro e di poter portare a casa punti preziosi per la squadra".

E CAMOMILLO DOVE STA?
Non ce ne vogliano i colleghi spagnoli, che non hanno esitato a crocifiggere Marco Simoncelli durante la gara di Montmelò, ma se Colin Edwards è caduto venerdì scorso ed è già in sella, Daniel Pedrosa dove è finito?
Come sappiamo bene, "Camomillo" ha già dato forfait per Silverstone, adducendo scuse mediche per la sua assenza, le quali però alla luce di quanto visto, vengono quasi smentite dalla tempra di Colin Edwards.
Che il texano sia ormai uno degli ultimissimi rappresentanti di quei piloti che pur di correre si farebbero anche tagliare un dito?
Siamo destinati ad assistere a gare nelle quali non si potrà più fare un sorpasso duro senza essere sanzionati?
O forse è Pedrosa che riesce sempre e solo a lamentarsi di tutto?
E voi, che ne pensate?

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , motogp , pista , curiosità , gare , piloti


Top