Sport

pubblicato il 4 giugno 2011

MotoGP, Catalunya, qualifiche: Simoncelli in pole!

In barba alle critiche, precede Stoner di 16 millesimi

MotoGP, Catalunya, qualifiche: Simoncelli in pole!

Marco Simoncelli è arrivato a Barcellona trovandosi un po' nell'occhio del ciclone, dopo aver subito anche delle minacce di morte per l'incidente di Le Mans con Dani Pedrosa, ma oggi ha dimostrato di non sentire assolutamente la pressione. Anzi, il pilota romagnolo ha dato una prova di grande carattere, rispondendo alla grande ai fischi che gli rivolgevano dalle tribune di Montmelo.

A sorpresa, infatti, dopo che Casey Stoner aveva dominato tutte le sessioni di prove libere, "SuperSic" ha conquistato la prima pole position della sua carriera in MotoGp! A pochi istanti dal termine il pilota della Honda Gresini ha piazzato la sua zampata in 1'42"413, scavalcando di appena 16 millesimi l'altra RC212V dell'australiano, che poi non è stato più in grado di reagire.
Anzi, non fosse stato per un errore arrivato a tre curve dal termine nel giro conclusivo, sarebbe stato Marco a limare ulteriormente il suo tempo sotto alla bandiera a scacchi. La sua è stata una risposta sportiva veramente fantastica alle polemiche.

Detto del secondo tempo di Stoner, a completare la prima fila ci sarà Jorge Lorenzoo, che proprio a tempo scaduto è riuscito a scalare la classifica con la sua Yamaha, anche se la sensazione è che nelle libere di questa mattina il maiorchino avesse trovato un feeling migliore con la sua M1.

Buona invece la prestazione di Ben Spies, quarto ad appena una manciata di millesimi da Lorenzo. L'americano finalmente sembra poter reggere il passo del compagno di squadra e si è messo dietro anche Andrea Dovizioso. Resta il fatto che abbiamo assistito a delle qualifiche veramente combattutissime, con i primi cinque racchiusi in appena 336 millesimi.

Sesto tempo per Cal Crutchlow, che ancora una volta è riuscito a piazzare la sua Yamaha satellite davanti alle Ducati ufficiali, che prenderanno il via dalla terza fila, con Valentino Rossi e Nicky Hayden separati da soli 5 millesimi. Rispetto a questa mattina il "Dottore" si è avvicinato ai primi, ma otto decimi rappresentano ancora un distacco pesante purtroppo... Il debutto del nuovo motore però ha lanciato qualche segnale incoraggiante.

Da segnalare, infine, la caduta di Karel Abraham nei primi minuti della sessione. Il pilota ceco ha fatto anche un passaggio in Clinica Mobile perchè accusava un dolore al polso sinistro, ma alla fine è tornato in sella alla sua Ducati, quindi si dovrebbe trattare di un falso allarme.

MotoGP, Catalunya, Qualifiche

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , motogp , piloti


Top