Attualità e Mercato

pubblicato il 1 giugno 2011

Mercato moto-scooter, maggio 2011: - 2,6%

Non va male, ma le vendite sono inferiori rispetto al 2010

Mercato moto-scooter, maggio 2011: - 2,6%
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda Hornet 600 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 1
  • Honda Hornet 600 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 2
  • Honda Hornet 600 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 3
  • Honda Hornet 600 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 4
  • Honda Hornet 600 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 5
  • Honda Hornet 600 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 6

Il mercato di moto e scooter per il mese di maggio 2011 respira, leggermente. Nessun segno in positivo, nessun segno in negativo. Maggio, per questo 2011 verrà identificato con il segno "quasi uguale", una magra consolazione. C’è dunque qualche segnale di ripresa, o quantomeno di stabilità, anche se non si può ancora stare tranquilli al 100% visto che nell’ultimo mese sono stati immatricolati 37.657 pezzi, pari a un – 2,6%.
Vanno meglio gli scooter, che registrano 26.092 veicoli (– 1,9%), mentre le moto con 11.565 unità si registrano un – 4,1%. I "cinquantini" vanno sempre e comunque male: sono 7.916 le registrazioni, pari al – 13%. Questo mese è comunque da considerare importante, visto che rappresenta circa il 13% del totale venduto annuo, ma le speranze per il mese in corso sono alte.

LA PAROLA ALL’ANCMA
Come sempre diamo la parola a Corrado Capelli, Presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori): "La ripresa del mercato non è come avremmo sperato, ma almeno si è interrotta un’emorragia di volumi a doppia cifra. Ci avviciniamo ad una relativa stabilità delle immatricolazioni, nonostante lo scenario di fondo non aiuti le vendite: carburanti e assicurazioni alle stelle, nuove imposte annunciate, scarso reddito disponibile associato alle difficoltà del credito al consumo, tutti elementi che remano contro lo sviluppo del mercato. Il prossimo bimestre sarà cruciale per l’andamento dell’intero anno e fortunatamente tutti i nuovi modelli presentati al pubblico sono disponibili presso le concessionarie. Anche i "cinquantini" sono in sofferenza da tempo e speriamo che la necessità di dotarsi di nuove targhe, che comporta un onere economico, convinca i proprietari dei veicoli più obsoleti a rinnovare il proprio mezzo".

Se confrontiamo i dati di oggi, con quelli del 2010, ci accorgiamo però che il mercato in questo momento, non gode certo di ottima salute. I primi cinque mesi dell’anno, infatti, conteggiano un immatricolato pari a 132.490 veicoli che si traduce in un -14,8% rispetto allo stesso periodo del 2010. Vero è che, all’epoca, si utilizzarono ancora 10 milioni di incentivi. Gli scooter si bloccano a 85.651 unità con un calo pari al -18,2%. Vanno leggermente meglio le moto che nel progressivo annuo segnano 46.839 pezzi (-7,9%).
A tenere in piedi la baracca sono gli scooter con cilindrate tra 300 e 500cc con 33.182 vendite che si traduce in un -16,6%. Seguono i 125cc con 26.747 pezzi pari al -12%. Più marcata la flessione dei 150-200cc con 16.924 unità, segnano un -27,7% e i 250cc con 7.598 pezzi, registrano un -26,2%.
Per le moto, sono ancora le maxi cilindrate oltre i 1000cc con 14.730 pari al +6,7%, a tenere su i dati di vendita. Al secondo posto in graduatoria le 800-1000cc con 12.393 pezzi +0,6%. Seguono le cilindrate intermedie: 650-750cc con 8.952 unità (-22,9%); e le 600cc con 3.996 moto (-30,9%). Decremento anche per le 125cc con 2.735 (-14%); in ripresa, con volumi simili, le moto da 300 a 500cc pari a 2.623 (+7,2%).

SCOOTER: HONDA SH300i
E’ sempre lui il più venduto, l’Honda SH 300i, con 6.766 pezzi, seguito dal solito Piaggio Beverly 300 (5.502 immatricolazioni) e dal Piaggio Liberty 125 (4.096 pezzi). Interessante, come sempre, scoprire come uno scooter di alta fascia di prezzo sia così alto nella classifica di vendite. Parliamo dello Yamaha T-Max che conta 4.027 mezzi.

MOTO: BMW R1200GS
Nonostante le enduro stradali siano in leggero calo (- 3,4%), la più venduta è sempre la BMW R 1200 GS, con 2.066 pezzi, seguita dalla Honda Hornet con 1.013 moto vendute e terza la R 1200 R (927 immatricolazioni). Queste ultime due fanno parte del segmento delle naked, invece, fetta di mercato che scende dell’11%. Si registra invece un segno positivo per le custom (+7,7%), dove la più venduta è l’Harley-Davidson XL1200X Forty-Eight. Stesso segno positivo anche per le moto da turismo (+8,1) dove la più venduta è la Kawasaki Z1000SX. Male le supermotard (-21,3) e i 50cc.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Test Honda SH300i 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 1
  • Test Honda SH300i 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 2
  • Test Honda SH300i 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 3
  • Test Honda SH300i 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 4
  • Test Honda SH300i 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 5
  • Test Honda SH300i 2011 - Immagini dinamiche - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW R 1200 R 2011 - anteprima 1
  • BMW R 1200 R 2011 - anteprima 2
  • BMW R 1200 R 2011 - anteprima 3
  • BMW R 1200 R 2011 - anteprima 4
  • BMW R 1200 R 2011 - anteprima 5
  • BMW R 1200 R 2011 - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW R1200GS 2010 - TEST - anteprima 1
  • BMW R1200GS 2010 - TEST - anteprima 2
  • BMW R1200GS 2010 - TEST - anteprima 3
  • BMW R1200GS 2010 - TEST - anteprima 4
  • BMW R1200GS 2010 - TEST - anteprima 5
  • BMW R1200GS 2010 - TEST - anteprima 6

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , 1000 , scooter , 600 , mercato


Top