Sport

pubblicato il 1 giugno 2011

MotoGP, Catalunya, Honda: Simoncelli avrà la scorta a Barcellona!

"SuperSic" riceve minacce dai tifosi spagnoli

MotoGP, Catalunya, Honda: Simoncelli avrà la scorta a Barcellona!

Iniziamo con il dire che quando si parla, si discute, anche animatamente di sport, non bisognerebbe mai e poi mai parlare di minacce. A quanto pare i tifosi spagnoli non sono della stessa opinione, perché la vittima delle minacce in questo caso è Marco Simoncelli.
Non si placano, infatti, le polemiche sull’incidente avvenuto a Le Mans, dove "SuperSic" è entrato un po’ troppo aggressivo su Dani Pedrosa, facendolo cadere e causandogli una frattura alla clavicola destra. A torto o ragione, arrivare a tanto è inammissibile nello sport.

E così dopo aver ricevuto la convocazione dalla Direzione di Gara, il pilota romagnolo ora avrà i body guard con lui a Barcellona. Gli spagnoli, non lo amano di certo, questo è poco ma sicuro. Prima lo scambio di "parole dolci" con Jorge Lorenzo, poi Pedrosa… e se aggiungiamo che anche Alberto Puig, manager spagnolo della Honda ci ha messo del suo, non parlando certo bene di Marco, il quadro è completo.
Si è iniziato con le solite accuse che non fanno paura a nessuno sui blog e sui social network spagnoli, per poi finire, come ha ammesso il Team Manager Fausto Gresini, alle minacce giunte al Team Gresini.

Marco Simoncelli è per ora abbastanza tranquillo, e ha così commentato la cosa: "In queste due settimane di sosta ho pensato parecchio alla gara di Le Mans. Sono ancora dispiaciuto per quel che è accaduto a Dani e spero che per questo week-end si sia già ripreso dall’infortunio. Sono anche dispiaciuto perché la Honda – ha continuato – non ha potuto piazzare quattro moto ai primi posti del GP francese. Insomma, ho riflettuto, ho capito dove ho sbagliato ed in futuro cercherò in certi frangenti di valutare meglio la situazione ed essere un po' più cauto. So che a Barcellona probabilmente non riceverò una standing ovation, ma spero che, se sarò criticato questo avvenga in maniera civile e non come avviene in altri sport. In ogni caso, vorrei lasciarmi alle spalle le varie polemiche, salire sulla mia moto ed iniziare a lavorare per la gara, nella quale sono sicuro che io e il mio team possiamo puntare in alto".

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , motogp , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi


Top