Sport

pubblicato il 30 maggio 2011

WSBK, Miller, Gara 1: Checa guida la tripletta Ducati

Anche Smrz e Guintoli sul podio, Biaggi out al primo giro

WSBK, Miller, Gara 1: Checa guida la tripletta Ducati

La Ducati ha rinunciato alla sua presenza in veste ufficiale nel Mondiale Superbike, ma al Miller Motorsport Park si alza comunque il vessillo della Casa di Borgo Panigale che ha conquistato una bellissima tripletta in gara 1 grazie alle sue moto private.

A guidare il terzetto delle 1198 c'è ovviamente Carlos Checa, che in questa manche ha dato anche una bella spallata ai suoi diretti inseguitori nella classifica iridata: Max Biaggi, infatti, è stato costretto al ritiro dopo appena un giro, mentre Marco Melandri non è riuscito a fare meglio del decimo posto.

Lo spagnolo nei primi giri ha lasciato sfogare i veterani Troy Corser e Noriyuki Haga, ma poi alla sesta tornata ha rotto gli indugi, portandosi al comando e prendendo immediatamente il largo. Da quel momento il resto del gruppo ha potuto vedere solo il codone della sua Ducati. Per Corser ed Haga, che avevano rischiato la gomma morbida, quello è stato invece l'inizio di un calvario che li ha visti chiudere rispettivamente al tredicesimo ed al nono posto.

Alle sue spalle dunque si sono scatenate le altre due bicilindriche della Liberty Racing, con Jakub Smrz e Sylvain Guintoli che hanno regalato un bellissimo duello, nel quale alla fine ha avuto la meglio il pilota ceco. Il francese comunque si può consolare con il suo ritorno a grandi livelli dopo l'infortunio di Phillip Island.

Più indietro chiudono la top five Leon Camier ed Eugene Laverty, con il portacolori dell'Aprilia che forse avrebbe potuto fare anche qualcosina in più se non avesse commesso un errore poco prima della metà della corsa.

Sesto posto per la Kawasaki di Tom Sykes, seguito da una delle rivelazioni di giornata, cioè Ayrton Badovini. Il pilota della BMW Motorrad Italia è stato il primo tra quelli in sella alle S1000RR, riuscendo ad avere la meglio su quella ufficiale del vice-campione del mondo Leon Haslam proprio all'ultimo giro.

Tornando a Biaggi, va detto che la sua caduta ha fatto discutere: Max si è detto abbastanza convinto di essere stato letteralmente travolto da Jonathan Rea, che invece la vedeva in maniera decisamente diversa. Secondo lui, infatti, Biaggi lo ha chiuso quando ormai stava completando il sorpasso, innescando un incidente inevitabile. Purtroppo le immagini televisive non hanno chiarito la situazione...

Resta il fatto che il pilota dell'Aprilia, che è anche uscito un po' acciaccato dall'incidente, essendo stato colpito dalla Honda sulla schiena, ora paga la bellezza di 53 punti nei confronti di Checa. 46 invece quelli che deve recuperare Marco Melandri.

World Superbike - Miller Motorsports Park - Gara 1

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top