Sport

pubblicato il 25 maggio 2011

WSBK 2011 Honda: Xaus e Rea motivati dai test di Miller

Nuovi forcellone e forcella per la CBR 1000RR

WSBK 2011 Honda: Xaus e Rea motivati dai test di Miller

La squadra Castrol Honda Superbike ha portato i suoi piloti nello Utah a Miller Motorsports Park con qualche giorno di anticipo per dedicarsi ad una sessione di test aggiuntivi in vista della gara che si terrà questo weekend.
Domenica e lunedì scorsi, Ruben Xaus e Jonathan Rea hanno potuto provare a fondo le modifiche portate dalla Honda per la CBR 1000 RR, nell’ottica di migliorare le prestazioni un po’ deludenti della moto 2011.

Le condizioni meteo non sono state granchè, ma i piloti hanno avuto comunque tempo a sufficienza per capire che le novità introdotte andavano nella giusta direzione, specie sul tracciato di Miller, il cui asfalto è notoriamente in condizioni critiche.
Potrebbe sembrare molto strano che il Team abbia scelto proprio Miller come pista di prova designata per il 2011, in quanto essa è molto distante dalla sede del Team in Europa. Il motivo di ciò proviene dalla negativa esperienza avuta da Rea nel 2010 quando cadde in gara uno e arrivò solo ottavo in gara due, e pertanto Miller è stato scelto per aiutare entrambe i piloti su un tracciato che in pochissimi conoscono.

REA OTTIMISTA
Jonathan Rea ha concluso i suoi test molto soddisfatto del risultato, anche se non è riuscito a completare tutto il lavoro programmato, per via del meteo incerto. Jonathan attualmente è quarto in campionato con 29 punti di distacco dal secondo (Melandri) e 28 dal terzo (Biaggi).
"Abbiamo designato Miller come nostra pista di prova quest’anno, perché qui lo scorso siamo davvero impazziti con il set-up - ha detto Rea - Mi piace molto correre qui in America, ma l’asfalto bucato e ondulato rendono molto difficile la ricerca del giusto setting. Il nostro Team ha lavorato duro per portare qui tanti particolari da provare ma il tempo non ci ha assistito.
Il nuovo forcellone mi ha dato un feeling migliore in inserimento in curva e mi aiuta meglio a capire quando la gomma inizia a degradarsi. Avevamo anche delle nuove sospensioni da provare, e alcune di esse hanno portato dei benefici, ma ci vorrà ancora un po’ di tempo per farle funzionare a dovere.
Adesso siamo messi decisamente meglio rispetto allo scorso anno, e possiamo partire per questo weekend con un pizzico di ottimismo in più
.

XAUS COMBATTIVO
Ruben Xaus è chiamato a mostrare un po’ più di determinazione e continuità in questo campionato 2011, visto che lo spagnolo naviga tristemente in quindicesima posizione assoluta. Ruben ha beneficiato dei test a Miller per trovare una solida base per il prosieguo del campionato. Xaus ha rimediato anche una scivolata domenica, ma senza conseguenze tornando quindi subito a concentrarsi sui test, nei quali ha lavorato anche sull’impianto frenante.
"Sappiamo bene che Miller ha delle caratteristiche molto difficili perché l’asfalto è molto rovinato, per via della massiccia presenza di gare automobilistiche - ha detto Ruben - Durante il primo giorno ho avuto molti problemi di chattering, sui quali ci siamo concentrati. Ho provato ad adattare il mio stile di guida per migliorare un po’ i tempi, ma sfortunatamente nel pomeriggio sono caduto.
La mattina del secondo giorno abbiamo lavorato duro per migliorare il setup ed i tempi sul giro ed alla fine qualcosa di buono è venuto fuori.
Abbiamo provato un nuovo impianto frenante e una ciclistica più morbida riscontrando dei passi avanti positivi, insieme ad una maggior durata dei pneumatici che è davvero importante su questo tracciato. Posso dire che finalmente abbiamo trovato un giusto setting di base per questo weekend di gara quindi spero di poter migliorare le mie prestazioni"
.

Appuntamento quindi per Lunedì 30 maggio in quanto la gara di Miller va a coincidere con il weekend dei festeggiamenti per il US national Memorial Day, il giorno della memoria, che cade appunto l’ultimo lunedì di maggio.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , 1000 , superbike , gare , autodromi


Top