Sport

pubblicato il 12 maggio 2011

MotoGP Le Mans: Bridgestone porta una nuova gomma

Un asimmetrico al posteriore che avrebbe dovuto debuttare al GP del Giappone

MotoGP Le Mans: Bridgestone porta una nuova gomma

In occasione del Gran Premio di Francia, quarto appuntamento del Campionato del Mondo di MotoGP in programma domenica sul circuito di Le Mans, Bridgestone introdurrà un nuovo pneumatico slick asimmetrico per il posteriore. L’opzione di mescola soft presenta un miglioramento nel composto di gomma utilizzata: gomma morbida nella spalla destra abbinata ad una mescola extra morbida sul lato sinistro, con un range operativo di temperature più ampio che la rende adatta per un maggior numero di gare.
L’appuntamento di Le Mans rappresenta il debutto per questa tipologia di pneumatico inizialmente preparata per il Gran Premio del Giappone, posticipato ad ottobre e poi cancellato, per via del terremoto che ha colpito il paese lo scorso marzo. La nuova mescola garantirà, a detta di Bridgestone, un miglior grip iniziale al posteriore e riscaldamento ottimale, oltre che eccellenti performance con i mutamenti climatici e le temperature più rigide che caratterizzano la zona del tracciato in questo periodo.

La superficie stradale del tracciato di Le Mans è scivolosa e richiede una mescola più morbida per generare maggiore aderenza. Il pneumatico asimmetrico al posteriore garantisce un miglioramento della durata e della stabilità nelle nove curve a destra del tracciato francese, senza compromettere le performance del fianco sinistro del pneumatico nelle quattro curve a sinistra. Il circuito presenta inoltre una successione di violenti punti di frenata seguite da brusche accelerazioni. Le frenate impegnative comportano un’elevata sollecitazione della sezione centrale del pneumatico anteriore, mentre le accelerazioni in uscita di curva richiedono un buon grip sul bordo del pneumatico. Il tracciato di Le Mans è il meno severo del calendario per i pneumatici e per questo motivo la Casa giapponese ha selezionato la mescola soft e media sia per l’anteriore sia per il posteriore.
Le condizioni atmosferiche sono spesso mutevoli e, anche se il Gran Premio del 2010 si era disputato sull’asciutto, nelle precedenti edizioni la gara è stata spesso condizionata o interrotta a causa della pioggia incessante. I piloti avranno quindi a disposizione anche pneumatici da bagnato con mescola soft per la quarta volta in questa stagione.

HIROSHI YAMADA
La voce del Responsabile Bridgestone Motorsport è : "Il Gran Premio di Francia è un appuntamento molto popolare per gli appassionati di MotoGP ed è una gara molto importante per Bridgestone e per le nostre filiali locali. Sono soddisfatto dello sviluppo nel corso dell’inverno della nuova mescola che utilizzeremo per la prima volta a Le Mans. Questo dimostra il nostro continuo impegno per sviluppare costantemente e nel miglior modo possibile i pneumatici per il Campionato di MotoGP in termini di performance e sicurezza, seguendo le indicazioni dei piloti".

HIROHIDE HAMASHIMA
La parola passa poi a Hirohide Hamashima, Assistente di Hiroshi Yamada: "L’asfalto del circuito di Le Mans è scivoloso e presenta alcune curve lente, quindi il carico sui pneumatici in curva sarà inferiore. A causa delle basse temperature è richiesto da parte dei piloti l’utilizzo della mescola più morbida per generare maggior grip. Lo scorso inverno abbiamo sviluppato una mescola morbida completamente nuova per il pneumatico asimmetrico posteriore. E’ progettata per funzionare al meglio quando le temperature sono più fredde per garantire ai piloti un miglior feeling nelle fasi iniziali di utilizzo. Anche se i carichi laterali sono relativamente bassi, è fondamentale avere una buona stabilità in frenata, specialmente nelle curve tre e nove alla fine dei due rettilinei".

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , motogp , gomme , gare , piloti


Top