Sport

pubblicato il 11 maggio 2011

Tourist Trophy 2011: Hutchinson da forfait

Il pilota non è nella corretta condizione fisica

Tourist Trophy 2011: Hutchinson da forfait

Una grande perdita per il Tourist Trophy 2011. Ian Hutchinson non parteciperà al TT 2011. Il pilota della Yamaha, che ha vinto cinque gare del TT nel 2010, non ha ancora pienamente recuperato dalle ferite subite durante la caduta avvenuta nel primo giro del Campionato Britannico Supersport (BSB), più precisamente nella gara a Silverstone, nel settembre 2010. Hutchinson, 31 anni, di Bingley (Yorkshire), aveva subito una frattura composta della tibia e del perone, e fin’ora ha subito 16 operazioni, più diversi trapianti di pelle.
Attualmente punta al ritorno in pista nella BSB, magari più avanti nella stagione, anche se parteciperà alla Parata con Mick Doohan, Tourist Nicky Hayden e Cal Crutchlow.

La sua decisione di ritirarsi è stata presa previa consultazione con il suo chirurgo, il Dottore Krkavic che ha così commentato: "Ian Hutchinson è un uomo incredibilmente determinato. Quando vidii suoi danni… gli comunicai che si sarebbe dovuto preparare ad una lunga riabilitazione prima di iniziare a camminare senza aiuto alcuno. Il suo coraggio e la sua determinazione per vincere questa "gara", fissa nuovi standard nella chirurgia ortopedica traumatologica. Sono sicuro che vincerà molte gare di più in futuro".

Ian Hutchinson sta proseguendo con le terapie. Già in ospedale, mentre era nel letto dell’ospedale, faceva esercizio con le bottigliette d’acqua per mantenere il tono muscolare della gamba. Ora si sta concentrando sulla bicicletta, nonostante la gamba sia in una sorta di gabbia metallica.

Il team manager della Shaun Muir ha commentato: "Tutti alla Yamaha sono molto delusi per Ian, che ha lavorato duramente per tornare in forma, ma abbiamo sempre detto che questo è un contratto di due anni, e dunque siamo impazienti di vederlo tornare al TT nel 2012".

Ian Hutchinson ha così commentato: "Sono desolato di non essere in grado di competere al TT di quest'anno. Ho fatto tutto il possibile per essere lì, ma ho finito il tempo. Devo ascoltare i consigli del chirurgo e devo pensare alla mia forma fisica a lungo termine. Questo mi ha reso più determinato a tornare in sella, e a tornare a correre entro la fine dell'anno. Vorrei cogliere questa occasione per ringraziare la Yamaha e Shaun Muir per essermi così di supporto e non vedo l'ora avere la possibilità per ringraziarli".

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , 1000 , supersport , pista , gare , piloti , tourist trophy


Top